Connect with us
Apertura

Locali frequentati da pregiudicati, risse e alcol a minori: arrivano sospensioni 

Diversi provvedimenti di sospensione delle attività in provincia di Agrigento

Pubblicato 2 mesi fa

Il Questore di Agrigento Rosa Maria Iraci nell’ultimo trimestre ha adottato diversi provvedimenti di sospensione dell’attività relativa ad esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande in provincia.

Lo scorso ottobre è stata sospesa per dieci giorni l’attività di un esercizio pubblico a Licata mentre a Palma di Montechiaro sono state sospese le attività di due bar per sette e cinque giorni. A Raffadali è stata sospesa per una settimana l’attività di un altro esercizio commerciale. Tutti i provvedimenti sono stati adottati poiché i locali risultavano frequentati da pregiudicati.

Nel mese di novembre è stata sospesa l’attività per 15 giorni di un noto locale di Canicattì, ritrovo per giovani, a causa di un grave episodio in danno di una minorenne che, recatasi sul posto, si è sentita male finendo in ospedale dopo aver bevuto alcolici.

Nel mese di dicembre sono stati adottati altri tre provvedimenti di sospensione: si tratta di due locali di Canicattì e uno a Sciacca. La prima sospensione è stata di cinque giorni mentre la seconda, dopo una rissa, di 15 giorni. L’ultimo, invece, è stato chiuso per quindici giorni poiché frequentato da pregiudicati. 

1 commenti
Un pensiero su "Locali frequentati da pregiudicati, risse e alcol a minori: arrivano sospensioni "
  1. Un barista qualunque ha detto:

    Chiederei all illustrissimo Questore Dottoressa Iraci , il titolare di un attivista commerciale deve chiedere i carichi pendenti e la fedina penale ad un avventore ? E se magari fosse a conoscenza che lo stesso fosse pregiudicato come dovrebbe comportarsi il titolare !? Allontanarlo ? Adducendo quale motivo ? E se lo stesso invece che allontanarsi si rivolta contro il titolare cosa dovrebbe fare il titolare ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

06:43
20:14 - Scontro tra auto e moto, morto centauro finito nella scarpata +++19:41 - Mafia, morto ex pentito Francesco Geraci: amico d’infanzia del boss Messina Denaro +++19:34 - Camastra, al via lavori di sistemazione del sito la Reggia di Cocalo +++18:57 - Calcio a 5, il Canicattì pareggia con Acireale +++18:05 - Scivola sugli scogli: morto pensionato +++17:10 - Eccellenza, l’Akragas cade a Marineo: l’Enna allunga in classifica  +++16:24 - Sambuca di Sicilia, rubati due motocicli e pezzi di ricambio da officina: caccia ai ladri +++16:15 - Accusato di violenza sessuale: arrestato e portato in carcere +++15:54 - Lampedusa e Linosa, il vicesindaco Lucia: “messi da parte come cittadini di serie B” +++15:40 - Basket, impresa della Fortitudo: battuta la capolista Cantù +++
20:14 - Scontro tra auto e moto, morto centauro finito nella scarpata +++19:41 - Mafia, morto ex pentito Francesco Geraci: amico d’infanzia del boss Messina Denaro +++19:34 - Camastra, al via lavori di sistemazione del sito la Reggia di Cocalo +++18:57 - Calcio a 5, il Canicattì pareggia con Acireale +++18:05 - Scivola sugli scogli: morto pensionato +++17:10 - Eccellenza, l’Akragas cade a Marineo: l’Enna allunga in classifica  +++16:24 - Sambuca di Sicilia, rubati due motocicli e pezzi di ricambio da officina: caccia ai ladri +++16:15 - Accusato di violenza sessuale: arrestato e portato in carcere +++15:54 - Lampedusa e Linosa, il vicesindaco Lucia: “messi da parte come cittadini di serie B” +++15:40 - Basket, impresa della Fortitudo: battuta la capolista Cantù +++