Smantellata “banda dei supermercati”, rubavano in negozi della provincia: arrestati e già scarcerati 6 (5 donne) favaresi (vd)

Redazione

Agrigento

Smantellata “banda dei supermercati”, rubavano in negozi della provincia: arrestati e già scarcerati 6 (5 donne) favaresi (vd)

di Redazione
Pubblicato il Mar 28, 2018
Smantellata “banda dei supermercati”, rubavano in negozi della provincia: arrestati e già scarcerati 6 (5 donne) favaresi (vd)

Erano stati fermati ad un posto di blocco dai carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento senza riuscire,però, a dare una valida giustificazione all’enorme quantitativo di merce che i militari hanno rinvenuto all’interno della loro auto. 

Un’immediata attività di indagine, caratterizzata dall’analisi di diversi filmati di video-sorveglianza posti in alcuni esercizi commerciali – Cammarata e San Giovanni Gemini in primis – ma anche grazie a numerose segnalazioni degli abitanti del posto che indicavano persone sospette a bordo di un’utilitaria, ha permesso di ricostruire in breve tempo l’intero puzzle.

E’ così che i carabinieri hanno smantellato una vera e propria gang dedita a furti nei supermercati: si tratta di cinque donne ed un uomo: Mario Bellavia, 26 anni, Carmelinda Cusumano, 35 anni, Angela Pisciotto, 22 anni, Maria Bellavia, 32 anni, Elisabetta Giglia, 36 anni e Girolamo Vella, 43 anni.

Ora dovranno tutti rispondere dell’accusa di furto aggravato in concorso. La merce rinvenuta è stata restituita agli esercizi commerciali che erano stati derubati.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto per tutti e sei gli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo presso il Tribunale di Agrigento.

E stamani, il giudice Gianfranca Claudia Infantino ha convalidato i sei arresti decidendo altresì l’obbligo di dimora per Mario Bellavia e Girolama Vella e nessuna misura per gli altri quattro indagati. Per Mario Bellavia e Girolama Vella, il sostituto procuratore Salvatore Vella  aveva chiesto gli arresti domiciliari.

Per gli indagati: Carmelinda Cusumano, Angela Pisciotto, Maria Bellavia ed Elisabetta Giglia, il Pm Vella aveva invece chiesto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Salvatore Cusumano e Giuseppe Zucchetto.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04