Uccise coetaneo a coltellate: agrigentino condannato a 15 anni per omicidio

Redazione

Uccise coetaneo a coltellate: agrigentino condannato a 15 anni per omicidio
| Pubblicato il venerdì 25 Settembre 2020

Uccise coetaneo a coltellate: agrigentino condannato a 15 anni per omicidio

di Redazione
Pubblicato il Set 25, 2020

Il gup del Tribunale di Sciacca Alberto Davico ha disposto la condanna a quindici anni di carcere nei confronti di Pietro Leto, 21enne di Alessandria Della Rocca, accusato di aver ucciso con due coltellate nel marzo 2019 il coetaneo Vincenzo Busciglio. La condanna, un anno in più di quanto richiesto dal sostituto procuratore di Sciacca Roberta Griffo, comprende lo “sconto” di un terzo della pena in virtù della scelta del rito abbreviato. La vicenda risale al 12 marzo 2019 quando, secondo la ricostruzione degli inquirenti, Leto avrebbe sferrato due coltellate all’indirizzo di Vincenzo Busciglio nei pressi di una piazzetta del paese al culmine di una lite. La vittima, nonostante fosse ferita, avrebbe tentato una fuga per poi accasciarsi sul selciato. Prima di morire però avrebbe fatto il nome del suo assassino. Leto, difeso dagli avvocati Antonino e Vincenza Gaziano, ha sempre respinto le accuse. I familiari di Busciglio si sono costituiti parte civile nel processo rappresentati dall’avvocato Salvatore Pennica, Alfonso Neri e Francesco Accursio Mirabile.

di Redazione
Pubblicato il Set 25, 2020


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl