Catania

Bimbo di 7 anni si allontana dal ristorante: ritrovato

A ritrovare il bambino che camminava spaesato per le vie del centro i Carabinieri

Pubblicato 3 settimane fa

Tanta paura ed un lieto fine: questi gli elementi di una storia che ha visto protagonisti da un lato un bambino di 7 anni, e dall’altro i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania supportati dai colleghi del “Reggimento a cavallo”, con sede a Roma. Una mamma impaurita ha contattato la Centrale Operativa dei Carabinieri tramite il numero di emergenza 112 riferendo, allarmata, che, il proprio bambino di 7 anni si era allontanato, in un attimo di distrazione sua e del marito, dall’interno di un noto ristorante di piazza Alcalà perdendosi, probabilmente nella zona compresa tra gli archi della marina e via Plebiscito. Immediatamente la centrale, ricevuta la descrizione, ha diramato le ricerche concentrando tutte le autoradio, le pattuglie moto-montate e i Carabinieri a cavallo nella zona. In quei minuti concitati, sono stai controllati gli angoli delle strade e i negozi adiacenti il luogo dell’allontanamento mentre, i colleghi del “Reggimento a cavallo”, pattugliavano l’affollatissima piazza Duomo, sfruttando la loro posizione privilegiata, cercavano di individuare, dall’alto, il bambino tra la folla. Intanto, la Centrale Operativa ha coordinato il dispositivo, fornendo continue ed incessanti indicazioni circa i settori su cui orientare le ricerche fino a quando, non è giunta una provvidenziale telefonata al 112 che ha segnalato la presenza di un bambino che, spaesato, stava passeggiando tra via Plebiscito e via Garibaldi. Velocissimo, quindi, l’intervento di una gazzella che, in un “batter d’occhio”, ha raggiunto la zona dell’avvistamento, dove ha subito rintracciato il piccolo “fuggiasco” mentre passeggiava sulla via Garibaldi, a circa un chilometro di distanza da piazza Alcalà. Immediatamente i Carabinieri hanno dato la notizia del ritrovamento alla mamma ed al papà del bimbo che dopo circa 30, interminabili, minuti di paura hanno potuto riabbracciare il piccolo. Il bambino, prima di salutare i Carabinieri, ha voluto che gli venisse scattata una foto con loro. Intanto, i familiari del fanciullo, commossi, hanno calorosamente ringraziato i Carabinieri, congratulandosi per la loro immancabile vicinanza alla popolazione nei momenti più difficili oltre che a prevenire e reprimere reati. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *