Catania

L’Etna torna a farsi sentire: nuova eruzione

Un'attività che sta producendo una nube di cenere che si disperde verso sud-est.

Pubblicato 2 settimane fa

Dopo la pausa di ieri, l’Etna torna a farsi sentire con una nuova eruzione iniziata nella notte e ancora in corso. L’Ingv segnala che l’attività stromboliana del cratere Voragine “si è ulteriormente intensificata” dando vita a una fontana di lava. Un’attività che sta producendo una nube di cenere che si disperde verso sud-est. L’ampiezza media del tremore vulcanico continua a presentare un incremento dei valori e attualmente ha raggiunto un livello “molto alto”. “Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico è localizzato a est della Voragine ad una elevazione di circa 2.800 metri sul livello del mare – osservano gli esperti Ingv -. Si registra un ulteriore incremento della frequenza di accadimento e dell’ampiezza degli eventi infrasonici localizzati al cratere Voragine. L’ampiezza del tremore infrasonico è in aumento”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *