Ubriaco ferisce poliziotti. Arrestato senegalese

Redazione

Catania

Ubriaco ferisce poliziotti. Arrestato senegalese

di Redazione
Pubblicato il Giu 17, 2019
Ubriaco ferisce poliziotti. Arrestato senegalese

Nella notte tra sabato e domenica, a Catania la Polizia di Stato ha arrestato il cittadino senegalese Diba Cheiko Talibouya 32 anni per i reati di resistenza, violenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Agenti delle volanti sono intervenuti in via Biondi, dove la Sala operativa aveva segnalato una lite in atto tra più persone; sul posto, i poliziotti hanno trovato un gruppetto di persone che discutevano animatamente tra loro che sono state invitate a calmarsi e ad allontanarsi dal posto in tranquillità.

Improvvisamente, si è avvicinato un uomo di colore, in evidente stato di ebbrezza alcolica, il quale ha assunto atteggiamenti provocatori nei confronti degli agenti, urlando contro di loro e cercando di venire allo scontro.

Visto che, nonostante ripetuti tentativi di farlo calmare, il soggetto non desisteva dal suo atteggiamento aggressivo, gli operatori gli hanno richiesto, senza esito, i documenti per l’identificazione. A quel punto, gli agenti lo hanno invitato a salire sulla Volante per condurlo in Questura per poterlo identificare, scatenandone, in tal modo, una resistenza tale da rendere difficoltosa l’operazione.

Giunto in Questura, il DIBA ha preso a minacciare gli operatori, andando in escandescenza, iniziando a mulinare calci e pugni contro gli agenti a cui ha procurato alcune contusioni ai poliziotti, che lo hanno bloccato con non poche difficoltà

A seguito di ciò, è stato arrestato e, su disposizione del PM di turno, trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio di convalida.

I due poliziotti hanno riportato contusioni giudicate guaribili in sei giorni.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04