Arrestato mandante di un delitto: per lui c’è l’ergastolo

Redazione

Arrestato mandante di un delitto: per lui c’è l’ergastolo
| Pubblicato il lunedì 17 Ottobre 2016

Arrestato mandante di un delitto: per lui c’è l’ergastolo

di Redazione
Pubblicato il Ott 17, 2016

I carabinieri hanno arrestato con l’accusa di omicidio, dopo la condanna definitiva all’ergastolo, Luca Cristofero Pittà, 44 anni, di Valguarnera Caropepe, in provincia di Enna. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura generale presso la corte d’Appello di Caltanissetta, dopo che la Cassazione lo ha giudicato definitivamente, ritenendolo il mandante dell’omicidio di Salvatore Prinzi, avvenuto a Valguarnera il 21 ottobre 2006.

Le indagini, condotte dai carabinieri in seguito al fatto di sangue, portarono all’arresto, il 19 luglio 2007, del presunto esecutore materiale dell’omicidio, identificato in Giuseppe Ferrera, di 64 anni, zio di Pittà. Mentre quest’ultimo venne denunciato a piede libero in qualità di mandante del delitto.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Enna, dove dovrà scontare la pena dell’ergastolo

di Redazione
Pubblicato il Ott 17, 2016


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings