Giudiziaria

Akragas, lo stadio Esseneto resta aperto al pubblico: la decisione del Cga

Il Consiglio di Giustizia Amministrativo conferma la decisione: lo stadio Esseneto resta aperto al pubblico

Pubblicato 2 mesi fa

Con decreto del 30 gennaio 2024 il Presidente del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, condividendo le tesi difensive degli avvocati Girolamo Rubino e Daniele Piazza, aveva accolto l’istanza di concessione di misure cautelari monocratiche proposta nell’interesse dell’Akragas calcio e, per l’effetto, aveva sospeso l’efficacia del decreto del Questore di Agrigento con cui era stata respinta l’stanza formulata dalla medesima società sportiva volta ad ottenere il rilascio della licenza di polizia  per fare disputare gli incontri di calcio relativi al campionato di serie D, stagione agonistica 2023/2024 presso lo Stadio “Esseneto” di Agrigento.

Invero, contrariamente a quanto sostenuto dalla Questura di Agrigento, secondo la quale la circostanza che parte del capitale sociale della S.S.D. Akragas, riconducibile al convivente del legale rappresentante della società gravato di alcuni pregiudizi, fosse ostativa al rilascio della licenza richiesta, gli avvocati Rubino e Piazza  sottolineavano che la licenza di polizia, di cui all’art. 8 del R.D. n. 773/1931, è un’autorizzazione personale e che nell’ambito di un’organizzazione in forma societaria deve essere intestata ad un persona fisica investita di poteri di rappresentanza organica della società, la quale resta l’unica responsabile dell’attività autorizzata.

La Presidente Roberta Lala: “E’ la vittoria più bella, adesso bisogna ammodernare lo stadio Esseneto”

“Ho sempre confidato nella Giustizia e alla fine abbiamo avuto ragione. È la vittoria più bella, mia personale e di tutta la grande famiglia dell’Akragas. Sono estremamente felice della decisione del Cga e ringrazio gli avvocati Gigi Rubino e Davide Piazza per questo straordinario successo giudiziario che ci permette di poter disputare le partite casalinghe con la presenza dei tifosi. Sarebbe stata una grande ingiustizia. E adesso chiarita questa vicenda bisogna andare avanti e occuparsi della riqualificazione e ammodernamento dello stadio Esseneto”. Queste le parole della presidente della società Akragas.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *