Connect with us
Giudiziaria

Travolse e uccise centauro, condannato a 6 anni e 4 mesi: revocata patente per 15 anni

La vittima, imprenditore cinquantenne nel settore della produzione del cioccolato biologico, lascio' una compagna e una bimba piccolissima

Pubblicato 2 settimane fa

E’ stato condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione con rito abbreviato il 52enne Giovanni Giardina, ritenuto colpevole dal giudice di primo grado di omicidio stradale per avere – l’11 agosto del 2020 – causato la morte di Alberto Vicari. Il giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Ragusa ha applicato anche la sanzione amministrativa della revoca della patente di guida per 15 anni. L’incidente stradale avvenne di mattina alle porte di Marina di Modica tra il suv condotto da Giardina e la moto sulla quale viaggiava Vicari, imprenditore cinquantenne nel settore della produzione del cioccolato biologico. Per lui furono inutili i soccorsi; lascio’ una compagna e una bimba piccolissima.

 Il reato per il quale e’ scattata la condanna in primo grado per Giardina, e’ quello ricompreso nell’articolo 589 bis, il cosiddetto omicidio stradale, la cui pena e’ stata aumentata ai sensi del comma 2 perche’ il conducente guidava in stato di alterazione psicofisica. Tra i capi di imputazione contestati al Giardina c’era anche il rifiuto al sottoporsi agli accertamenti per rilevare l’eventuale stato di alterazione psicofisica, ma la sentenza ha assorbito tutto nel reato principale. E’ stata disposta anche una provvisionale in favore della compagna e della figlia di Vicari rinviando il risarcimento del danno al giudice civile. Sono trascorsi due anni, in attesa della sentenza, durante i quali i famigliari di Vicari hanno chiesto giustizia a piu’ riprese e pene piu’ severe da comminare a chi si mette alla guida non essendo in perfette condizioni psicofisiche – o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o alcool -, come avvenuto per il caso a Vittoria, dei cuginetti D’Antonio , falciati da un suv condotto da Rosario Greco, in stato di alterazione. Greco era stato condannato a 9 anni di carcere in primo e secondo grado ma la Cassazione aveva annullato con rinvio. Il processo d’Appello e’ gia’ stato ricelebrato e ha portato ad una riduzione di pena da 9 a 8 anni. I genitori di Simone e Alessio D’Antonio dal luglio del 2019 si battono perche’ vengano inasprite le pene per questa fattispecie di omicidio stradale.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14:18
15:03 - Minore sorpreso a spacciare scoppia in lacrime, arrestato +++13:39 - Valle del Belìce, La Rocca Ruvolo: ok emendamento per fronteggiare danni tromba d’aria di settembre +++13:38 - Le immagini del covo di Matteo Messina Denaro +++13:30 - Mafia, dentro il covo di Matteo Messina Denaro: le immagini  +++13:29 - Agrigento, tentata rapina all’Unicredit di Villaggio Mosè  +++13:22 - Abusi edilizi, Tar annulla sanzione pecuniaria del comune di Agrigento  +++13:17 - “Nessun danno erariale”, Cassazione annulla condanna ad ex giudice +++13:13 - Giorno della memoria, il Prefetto Cocciufa ai ragazzi: “coltivate la libertà” +++13:02 - Al Pirandello a grande richiesta torna “Nella magia delle Fiabe” +++12:17 - Giornata della memoria, il Prefetto Cocciufa ai giovani: “coltivate i valori della libertà” +++
15:03 - Minore sorpreso a spacciare scoppia in lacrime, arrestato +++13:39 - Valle del Belìce, La Rocca Ruvolo: ok emendamento per fronteggiare danni tromba d’aria di settembre +++13:38 - Le immagini del covo di Matteo Messina Denaro +++13:30 - Mafia, dentro il covo di Matteo Messina Denaro: le immagini  +++13:29 - Agrigento, tentata rapina all’Unicredit di Villaggio Mosè  +++13:22 - Abusi edilizi, Tar annulla sanzione pecuniaria del comune di Agrigento  +++13:17 - “Nessun danno erariale”, Cassazione annulla condanna ad ex giudice +++13:13 - Giorno della memoria, il Prefetto Cocciufa ai ragazzi: “coltivate la libertà” +++13:02 - Al Pirandello a grande richiesta torna “Nella magia delle Fiabe” +++12:17 - Giornata della memoria, il Prefetto Cocciufa ai giovani: “coltivate i valori della libertà” +++