Mafia

Tentata estorsione ai danni di una ditta di gas: arrestato boss di Borgetto

Arrestato Nicolò Salto, 69 anni, esponente della famiglia di Borgetto che nel 2008 scampò ad un agguato

Pubblicato 2 mesi fa

I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno arrestato Nicolò Salto, 69 anni, esponente della famiglia di Borgetto che nel 2008 scampò ad un agguato. Salto, a cui sono stati dati i domiciliari, è accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e avrebbe commesso i fatti che gli vengono contestati durante la sorveglianza speciale.

Le indagini condotte dal nucleo investigativo di Monreale sul mandamento mafioso di Partinico, con particolare riferimento alla “famiglia” di Borgetto, hanno scoperto una tentata estorsione a un’attività di commercio al dettaglio di combustibile. Il titolare ha sporto denuncia. Salto, reggente della famiglia di Borgetto, non volendo pagare la cauzione per l’installazione di una bombola di gas presso la propria abitazione, avrebbe intimidito un dipendente della ditta.

L’indagato avrebbe intimato all’impiegato di riferire al titolare messaggi che richiamavano la “messa a posto” mafiosa. Secondo i militari la denuncia ha bloccato possibili future richieste estorsive nel territorio di Borgetto. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *