Licata, calci e pugni per rapinare amico che li ospitava: chieste due condanne

Redazione

Licata

Licata, calci e pugni per rapinare amico che li ospitava: chieste due condanne

di Redazione
Pubblicato il Giu 11, 2019
Licata, calci e pugni per rapinare amico che li ospitava: chieste due condanne

Il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Gianluca Caputo ha chiesto la condanna a sei anni di reclusione per Alin Dragos Rauta, 31 anni, e 4 anni e 4 mesi per Gheorge Bogdan Tanase, 22 anni, entrambi residenti a Licata, accusati di aver picchiato, rapinato e sfregiato un bimbo di appena undici mesi per quattrocento euro. 

La vicenda risale all’agosto scorso quando, secondo l’impianto accusatorio, i due romeni avrebbero aggredito a calci e pugni un connazionale che peraltro li stava ospitando in casa. All’uomo avrebbero anche sottratto quattrocento euro. Poco dopo, il solo 31enne, si sarebbe recato in casa dell’amico e, con una mossa repentina, avrebbe fatto cadere la moglie di quest’ultimo mentre teneva in braccio il figlio di poco meno di un anno. Il neonato, cadendo, riportò una profonda ferita al sopracciglio.

Al processo i familiari, rappresentati dagli avvocati Salvatore Manganello e Salvatore Loggia, si sono costituiti parte civile.



Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04