Politica

Treno Agrigento-Punta Raisi, Sodano: “Perchè solo ora?”

La nota dell'ex deputato alla Camera

Pubblicato 3 mesi fa

“Era il 2018 quando, con il pieno appoggio dell’allora Ministro ai Trasporti Toninelli, presentavo alla Regione, con dossier e protocollo con il Comune di Porto Empedocle, la richiesta ufficiale di far partire i lavori per metropolitana di superficie ad Agrigento e tratta diretta verso l’Aeroporto di Palermo. In una marea di “non si può fare” tutto si fermó proprio per l’immobilismo della Regione Sicilia che, nella nostra isola a statuto speciale, detiene l’ultima parola sui trasporti ferrati, tipologia di mobilità su cui negli anni non si è mai investito il necessario per favorire gli amici del lucroso business degli autobus privati (ancora oggi da noi ricevono finanziamenti pubblici come servizio extraurbano che sopperisce la mancanza di treni).Solo oggi tutti quei personaggi che da almeno un ventennio occupano gli scranni del potere siciliano decidono di inaugurare la tratta verso Punta Raisi, solo oggi si svegliano perché chissà quali accordi, equilibri politici o convenienze clientelari sono stati raggiunti. Nel 2018, evidentemente, alla domanda “e a mia chi mi trasi?” per loro non c’era nulla.È una governance folle che, spudoratamente, mai agisce per interessi collettivi, ma che si attiva esclusivamente quando entrano in campo vantaggi personali, e tutto ciò riguarda ogni settore, sanità, istruzione, lavoro, lasciando così la popolazione scoperta di benefici e servizi fondamentali. Vergognosi.” Cosi l’ex deputato alla Camera Michele Sodano.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *