Furto di scooter e riciclaggio: condannati due empedoclini

Redazione

IN EVIDENZA

Furto di scooter e riciclaggio: condannati due empedoclini

di Redazione
Pubblicato il Giu 12, 2019
Furto di scooter e riciclaggio: condannati due empedoclini

I giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara con a latere i magistrati Giuseppe Miceli e Antonio Genna, hanno condannato Giuseppe Romeo, 27 anni, e Giovanni Cipolla, 28 anni, entrambi di Porto Empedocle alla pena di un anno e undici mesi di reclusione (pena sospesa per Cipolla)  per i reati di furto e riciclaggio. Il Tribunale ha ordinato anche il dissequestro dei mezzi.

La vicenda risale al 2012 quando gli odierni imputati furono arrestati dagli agenti del Commissariato Frontiera. I due empedoclini sarebbero i responsabili del furto di due scooter, uno dei quali peraltro appartenente a Giuseppe Adorno, trovato cadavere nelle campagne di Montaperto nel settembre 2009. Uno dei proprietari dello scooter rubato, recandosi a sporgere denuncia nel locale commissariato, notò uno degli odierni imputati in sella al motore.

 Subito dopo scattò una perquisizione in un garage in contrada Ciuccafa dove spuntarono altri due scooter con alterazioni del telaio e senza targa. Il garage sarebbe stato nelle disponibilità di Cipolla. Il pubblico ministero Sara Varazi, al termine della requisitoria, aveva avanzato la condanna per entrambi a tre anni di reclusione oltre al pagamento di un multa di 3500 euro. La difesa, rappresentata dall’avvocato Collura, aveva invece chiesto l’assoluzione. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04