Porto Empedocle

La Capitaneria di Porto celebra la Giornata del mare con gli studenti della scuola media “Rizzo”

E’ stata simulata una situazione emergenziale provocata da un incendio divampato a bordo di una imbarcazione al rientro in porto.

Pubblicato 1 mese fa

Anche la Capitaneria di porto di Porto Empedocle celebra “La Giornata del Mare”, istituita con il Decreto legislativo n. 229/2017 con l’obiettivo di promuovere e sviluppare a favore degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado la cultura del mare. La Guardia Costiera ha promosso in tutta Italia più di 200 eventi organizzati in favore di oltre 13.000 studenti. Nella sede della Capitaneria di porto di Porto Empedocle hanno fatto ingresso circa quaranta alunni della Scuola media “Luigi Rizzo”, ai quali sono state illustrate dal Tenente di Vascello Federica Vannucchi le linee di attività della Capitaneria di porto – Guardia Costiera, con particolare riferimento ai compiti istituzionali legati alla tutela dell’ambiente marino e delle risorse ittiche. Gli studenti hanno manifestato molta attenzione ed interesse alle tematiche legate al mare e all’ambiente, potendo partecipare, con un contatto diretto al cuore pulsante della Guardia Costiera, ovvero la Sala Operativa, alle attività della “macchina operativa” in caso di reale emergenza.Nello specchio acqueo portuale, infatti, è stata effettuata un’esercitazione antincendio e antinquinamento, in presenza degli alunni e della Lega Navale Italiana – Sezione di Agrigento, intervenuta con alcuni soci. E’ stata simulata una situazione emergenziale provocata da un incendio divampato a bordo di una imbarcazione al rientro in porto. Sotto il diretto coordinamento della Sala operativa della Capitaneria di porto e del personale di terra, sono intervenuti il rimorchiatore portuale dotato di impianto Fire Fighting, i Vigili del fuoco da terra e il servizio 118 per le prime cure di un ustionato. Da ultimo, sono state attuate le procedure operative per il contenimento di uno sversamento di idrocarburi in mare a causa di una falla a bordo dell’imbarcazione, con l’ausilio di un’unità navale equipaggiata per attuare le previste misure antinquinamento e munita di panne galleggianti.I convenuti hanno dimostrato un attento coinvolgimento durante tutta la giornata, in particolare gli alunni delle scuole partecipanti, hanno mostrato consapevolezza dell’importanza di preservare il mare e le sue risorse, apprezzando quelle attività che la Guardia Costiera mette in pratica per il contrasto dei fenomeni pericolosi generati dall’inquinamento marino, dal deturpamento della flora e della fauna acquatica e dal sovrasfruttamento delle risorse ittiche. L’interesse e l’entusiasmo profuso fanno ben sperare per il futuro.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *