Porto Empedocle, truffa e atti sessuali con minore: confermata condanna a 14 anni

Redazione

Porto Empedocle

Porto Empedocle, truffa e atti sessuali con minore: confermata condanna a 14 anni

di Redazione
Pubblicato il Mag 9, 2019
Porto Empedocle, truffa e atti sessuali con minore: confermata condanna a 14 anni

La Corte di Cassazione, confermando la sentenza di secondo grado, ha condannato alla pena di 14 anni e 6 mesi l’empedoclino Luigi Nicastro, 44 anni, accusato di truffa e atti sessuali con minore. Nicastro è stato coinvolto nell’inchiesta “Express Courier” in cui emergeva come il 44enne, beneficiario di un sussidio economico, spacciasse droga piuttosto che andare a lavorare. Adesso, con la condanna definitiva, si aprono le porte del carcere per Nicastro.

Fra le accuse, confermate in terzo grado di giudizio, anche quella di atti sessuali con minore: Nicastro avrebbe avuto rapporti con una minorenne facente parte del nucleo familiare dell’ex compagna. Per questo motivo è stato anche condannato a risarcire la presunta vittima con una provvisionale di 8 mila euro. 

Nella stessa inchiesta (posizione stralciata) è coinvolto anche un altro empedoclino, Giuseppe Angarussa, accusato di aver ceduto sostanza stupefacente a un minorenne e per questo condannato a 8 mesi di reclusione.

Nicastro e Angarussa sono difesi. dagli avvocati Emilio Chiarenza, Davide Casà e Alessandro Marchica.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04