Giudiziaria

Salvatore Vella è il nuovo procuratore di Gela: “Al servizio di chiunque abbia subito un torto”

Le prime parole da procuratore capo della Repubblica di Salvatore Vella, ormai ex aggiunto di Agrigento, insediatosi questa mattina a Gela

Pubblicato 3 settimane fa

“Saremo al servizio di chiunque abbia subito un torto”. Sono queste le prime parole da procuratore capo della Repubblica di Salvatore Vella, ormai ex aggiunto di Agrigento, insediatosi questa mattina a Gela. La cerimonia è avvenuta al Palazzo di Giustizia davanti il collegio presieduto dal giudice Roberto Reggio. A fare gli onori di casa, con un formale passaggio di consegne, è stata Lucia Musti, predecessore di Vella. “Io sono siciliano e appartengo a quella generazione cresciuta col sangue delle stragi. Quando ho vinto il concorso in magistratura non ho avuto alcun dubbio sul voler ritornare in Sicilia e sono ancora qui dopo ormai oltre venti anni.”

Il nuovo procuratore capo prosegue: “Dobbiamo porre l’attenzione su quello che scriviamo, perchè scriviamo provvedimenti che incidono sulla vita delle persone. Bisogna avere rispetto di tutte le parti in causa”. Vella, nel suo discorso di insediamento, ha ripercorso la sua carriera non potendo non citare gli oltre dieci anni trascorsi ad Agrigento, definita una vera e propria palestra di formazione. Alla cerimonia erano presenti tanti colleghi come Fernando Asaro, ex procuratore di Gela oggi capo dei pm a Marsala, e l’attuale procuratore di Agrigento, Giovanni Di Leo. Dalla Città dei templi anche una rappresentanza dell’Ordine degli avvocati rappresentato da Vincenza Gaziano. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *