Ribera, accoltella e minaccia un uomo: arrestato 26enne

Redazione

PRIMO PIANO

Ribera, accoltella e minaccia un uomo: arrestato 26enne

di Redazione
Pubblicato il Feb 13, 2020
Ribera, accoltella e minaccia un uomo: arrestato 26enne

Un 26enne di Ribera (AG), già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato nella giornata di ieri per lesioni, porto abusivo di armi, minacce e resistenza a P.U, dopo aver aggredito con un coltello un 41enne del posto.

Il riberese di 41 enne prima ha chiamato la Tenenza dei Carabinieri chiedendo aiuto, e poi si è presentato in caserma, ancora in pigiama, particolarmente agitato e con il volto insanguinato, e ha raccontato di essere stato svegliato dalle grida dei passanti e dal forte odore di bruciato proveniente dall’esterno. Una volta affacciato dalla sua abitazione proprio nel centralissimo Corso Umberto I, ha visto la sua auto coperta dalle fiamme. Immediatamente è sceso le scale e tra lo sgomento dei passanti che nel frattempo si adoperavano inutilmente per spegnere l’incendio, il 26enne, S.A., si è avvicinato in sua direzione facendogli segno di seguirlo; il giovane, repentinamente, ha estratto dalla giacca un coltellino cercando di colpirlo con un fendente al volto. A quel punto la vittima dopo essere stata colpita al labbro, sanguinante, è scappata in direzione della caserma, mentre l’aggressore continuava ad urlare minacciandolo di morte.

Immediatamente, i militari hanno battuto le strade della città, in cerca dell’assalitore. Giunti presso il corso Umberto I, l’auto era già completamente in fiamme e l’assalitore ancora lì. Riconosciuto grazie alla minuziosa descrizione fatta dalla vittima, i militari, nonostante la strenua resistenza, sono riusciti a bloccarlo, immobilizzarlo e portarlo nell’auto di servizio. Dalla perquisizione effettuata dai militari, oltre al coltellino utilizzato per colpire la vittima, hanno rinvenuto anche un accendino. Il 26 enne di Ribera, già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato in flagranza di reato per lesioni, porto abusivo di armi, minacce e resistenza a P.U.

Le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca (AG), stanno continuando al fine di ricostruire nel dettaglio la vicenda e di fare luce anche sull’incendio dell’auto.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings