Rubano cellullari ai bagnanti: sgominata gang di baby ladri

Redazione

Palermo

Rubano cellullari ai bagnanti: sgominata gang di baby ladri

di Redazione
Pubblicato il Giu 18, 2019
Rubano cellullari ai bagnanti: sgominata gang di baby ladri

La Polizia di Stato, in occasione dei primi roventi giorni estivi e per l’intera stagione, ha previsto di potenziare il dispositivo di sicurezza, prevenzione e controllo del territorio, garantendo, attraverso un’azione sinergica, della Polizia Municipale, della Capitaneria di Porto e della Guardia Costiera, una significativa e capillare presenza sul territorio con l’obiettivo di prevenire e reprimere fenomeni delittuosi e situazioni di pericolo per il cittadino. In tale contesto, particolare attenzione sarà rivolta ai litorali, con riguardo alla borgata marinara di Mondello, luogo di balneazione e di frequentazione estiva prediletto dai palermitani e dai turisti.

Il controllo sinergico del territorio ha già dato i primi frutti:  con l’arresto di un 18enne e la denuncia di due minorenni, responsabili di aver fatto man bassa di cellulari ed effetti personali riconducibili a cittadini che sostavano proprio sulla spiaggia di Mondello.

Frenetiche le fasi della individuazione e cattura dei malviventi, efficace esempio di tecnologia applicata alla tradizionale caparbietà operativa dei poliziotti su strada: le vittime, subito dopo essersi accorte del furto subito, hanno incrociato una pattuglia di agenti  cui hanno comunicato l’accaduto. I poliziotti, tempestivamente, sfruttando l’applicazione di geolocalizzazione, installata sugli smartphone di ultima generazione e quidi anche sugli esemplari rubati sono riusciti a mappare il percorso di fuga dei malviventi. I tre giovani ladri, insieme alla refurtiva, sono stati così rintracciati a bordo di un bus di linea. Per sviare gli agenti, i ladri hanno cambiato vettura amat ma non sono mai stati persi di vista fin quando non sono stati fermati e perquisiti sull’autobus.

Gli agenti hanno rinvenuto una sacca con dentro quattro cellulari, tre dei quali sono stati riconosciuti dai legittimi proprietari ed a loro sono stati riconsegnati. Il 19enne è stato arrestato ed i suoi complici denunciati, a piede libero.

Durante la stagione estiva, oltre al controllo sulla velocità, rilevata con i più moderni mezzi tecnici, le pattuglie della Polizia di Stato presteranno particolare cura alla verifica della soglia di alcool o dell’abuso di sostanze stupefacenti degli automobilisti, così da prevenire drammatici incidenti.

Saranno, altresi’, effettuati, in prossimita’ delle discoteche e dei locali notturni, articolati servizi mirati al controllo delle condizioni psicofisiche dei conducenti.

La sicurezza verrà garantita anche dal mare e dal cielo con le pilotine e gli acquascooter della Polizia di Stato, pronti a raccogliere gli S.O.S lanciati dalle imbarcazioni o dai bagnanti in difficoltà e supervisionati dall’occhio vigile degli elicotteristi capaci di raccordare gli interventi in casi di emergenza.

Particolare cura sarà rivolta ai controlli sulla regolarità della navigazione da parte dei diportisti.

Il dispositivo di sicurezza tenterà anche di incidere sulla prevenzione e repressione dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti, dell’abusivismo commerciale e di ogni altra forma di illegalità.

  A tal proposito, la Polizia di Stato sarà presente con una postazione mobile (camper) lungo le principali arterie e le piazze di Mondello, interessati  da particolare afflusso turistico. In tale ottica il Camper della Polizia rappresenta un ulteriore presidio di legalità che, in perfetta sintonia con il concetto di “Polizia di Prossimità”, avvicini la gente alle Istituzioni: un vero e proprio “Front Office” a disposizione del cittadino per fornire informazioni, nonché per garantire la sicurezza dei numerosi frequentatori del litorale, attraverso controlli di polizia a persone o a mezzi sospetti.

  La presenza del Camper integrerà gli altri dispositivi di sicurezza previsti e garantiti attraverso la presenza di personale della Polizia di Stato in abiti civili ed in uniforme, sia sulla spiaggia, sia nelle aree di maggiore frequentazione.

Giardini e zone verdi della borgata saranno presidiate, in particolar modo dal Reparto a Cavallo della Polizia di Stato, che, in questo modo, potrà assolvere al servizio di prevenzione, a tutela di chi decidesse di trascorrere una giornata a contatto con la natura.

Sotto la lente di ingrandimento anche i luoghi della movida, le discoteche i pub, i luoghi d’incontro, dove si riuniscono giovani palermitani e turisti; Con lo scopo di contrastare l’uso di alcol e di droghe tra gli adolescenti.

Tra gli obiettivi prioritari figurano, inoltre,  il contrasto alla criminalità diffusa, la prevenzione e la repressione delle forme di illegalità maggiormente connesse al turismo – tra cui i furti con strappo, i borseggi e la vendita di merce contraffatta – nonché la tutela dei cittadini maggiormente esposti a rischio, in relazione all’afflusso di gente.

In tal senso, un grosso contributo sarà fornito dai “Poliziotti di Quartiere” che, dopo gli encomiabili risultati registrati negli scorsi anni, anche quest’anno saranno muniti di biciclette ed opereranno tra il centro storico palermitano, i lidi Cefalù e proprio il litorale di Mondello, assicurando costanti contatti con cittadini e commercianti.

Grande attenzione verrà, inoltre, rivolta ai furti in villa (soprattutto nelle zone particolarmente colpite dal fenomeno), alle truffe in danno degli anziani ed all’assistenza alle fasce deboli.

Per ciò che concerne i reati predatori, si suggerisce ai cittadini di segnalare immediatamente al “113” rumori sospetti che provengono da immobili limitrofi al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza che il vicino non si trovi in casa.

Infine, come già lo scorso anno, si segnala l’innalzamento anche a Mondello della soglia di attenzione in chiave antiterroristica: dislocate sul territorio “unità operative” dellaPolizia di Stato, addestrate in maniera specifica all’intervento per il contrasto di ipotetici eventi terroristici, di particolare criticità.

Tali “unità”, in costante collegamento con la Sala Operativa della Questura,percorreranno  giornalmente specifici itinerari lungo i quali sono dislocati siti, monumenti, edifici o simboli, ritenuti obiettivi potenzialmente a rischio o, comunque, presso i quali si concentrano normalmente numerose persone e presso cui la presenza di queste unità operative possa assolvere anche ad un compito di deterrenza, aumentando la percezione di sicurezza.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04