Agrigento

Agrigento, autobottista regolare picchiato da colleghi di una ditta concorrente 

Il 55enne, impiegato in un’azienda che opera in provincia, sarebbe stato minacciato e picchiato da altri autobottisti nei pressi del punto di prelievo indicato da Aica

Pubblicato 1 settimana fa

Il dipendente di una società che si occupa del trasporto di acqua potabile è stato picchiato, secondo quanto ricostruito in sede di denuncia, dal personale di una ditta concorrente. L’aggressione è avvenuta nella mattinata di ieri nel quartiere di Monserrato, ad Agrigento.

Il cinquantacinquenne, impiegato in un’azienda che opera in provincia, è stato minacciato e colpito con diversi pugni al volto da altri autobottisti nei pressi del punto di prelievo dell’acqua indicato da Aica. A presentare la querela, tramite l’avvocato Valentica Riccobene, è stata la quarantunenne titolare della società che ha un regolare contratto con Aica. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Villaseta.

I militari dell’Arma, coordinati dalla procura di Agrigento, hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto. L’autobottista aggredito, secondo la ricostruzione, si sarebbe presentato al punto di prelievo indicato dall’Azienda idrica. Una volta giunto sul posto, però, sarebbe stato prima minacciato e poi picchiato dal personale di un’azienda concorrente. L’uomo, oltre lo spavento, ha riportato traumi in faccia. L’aggressione sarebbe peraltro avvenuta davanti a molte persone tra residenti e autobottisti. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *