Agrigento

Agrigento scende in piazza: “Vogliamo l’acqua”

Agrigento scende in piazza e protesta per la mancanza di acqua in città

Pubblicato 2 settimane fa



Crisi idrica e turni di erogazione dell’acqua sempre meno frequenti. Agrigento scende in piazza e protesta per la mancanza di acqua in città. Un corteo di circa mille persone – al grido di “Vogliamo l’acqua” – è partito alle nove e trenta da Porta di Ponte per dirigersi verso la sede del comune di Agrigento. La manifestazione ha visto la partecipazione dei sindacati, delle associazioni ma anche di “Satira Agrigentina”, del Cartello sociale e di singoli cittadini. 

“Il tragico problema dell’acqua riguarda tutti noi e noi manifestiamo soprattutto per anziani e chi oggi non può essere qui” ha dichiarato Alfonso Cartallinica. “È un momento sacrosanto protestare per il diritto dell’acqua – ha dichiarato l’ex deputato Michele Sodano – Il 58% dell’acqua si perde tra le condotte cittadine. Giusto affermare il diritto all’acqua con la vita quotidiana messa a repentaglio, l’agricoltura in crisi e il settore turistico in ginocchio.”

“Agrigento patisce la sete e il governo regionale non ha mosso un dito – afferma i. segretario della Cgil Alfonso Buscemi –  Chiediamo che il sindaco si faccia promotore di questa grande protesta e chieda soldi alla protezione civile che deve intervenire immediatamente con il dissalatore. Si metta una pezza ai ritardi della politica e dopo l’estate cominciamo i lavori per le reti idriche della provincia”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *