Agrigento

Arresti Comune Agrigento, Codacons chiede audizione a Dda e Procura

La nota di Giuseppe Di Rosa responsabile trasparenza enti locali regionale

Pubblicato 4 settimane fa

Dopo gli arresti di dirigenti e consulenti del Comune di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, dirigente del Codacons Trasparenza enti locali regionale, chiede di essere sentito dalla Dda e dalla Procura di Palermo . “La richiesta deriva dalla consapevolezza di chiari reati amministrativi fatti all’interno dell’assemblea dei sindaci del distretto D1 Agrigento, che comprende i municipi di Agrigento, Aragona, Comitini, Favara, Joppolo Giancaxio, Porto Empedocle, Realmonte, Raffadali, Santa Elisabetta, Sant’Angelo Muxaro e Siculiana – scrive Di Rosa – . Il Codacons è a conoscenza di operazioni poco chiare che hanno portato al trasferimento di fondi dai conti del distretto socio sanitario alle casse comunali, oltre ad assunzioni discutibili di assistenti sociali e altre figure, spendendo 12 milioni di euro per il solo 2021 senza che vi fosse mai una delibera regolare da parte dell’assemblea dei sindaci”. Di Rosa, da tempo, ha focalizzato l’attenzione su Gaetano Di Giovanni, capo di Gabinetto, comandante della polizia municipale ed ex capo del distretto socio sanitario D1. Di Giovanni è stato arrestato, per corruzione in concorso, lo scorso 11 aprile dai carabinieri della compagnia di Partinico

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *