Agrigento

L’Opi istituisce la Consulta dei giovani infermieri e infermieri pediatrici

Tra gli obiettivi la promozione della consapevolezza delle funzioni sanitaria, educativa, palliativa, riabilitativa, terapeutica ed etico-sociale dell’infermiere

Pubblicato 2 settimane fa

L’Opi istituisce la Consulta giovani infermieri e infermieri pediatrici dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Agrigento con l’obiettivo di coinvolgere le giovani generazioni di infermieri e infermieri pediatrici nelle attività dell’Ordine, promuovendone la partecipazione alle azioni di politica professionale e valorizzando il contributo in termini di propositività e operatività.

“Opi giovani – spiega Salvatore Occhipinti, presidente Opi Agrigento – rappresenta un’opportunità importante per lo sviluppo della professione infermieristica. Il vissuto professionale e l’esperienza maturata sul campo dai veterani e la freschezza e le proposte innovative che arriveranno dai componenti della Consulta sono un mix perfetto per stare al passo con i tempi e garantire un’assistenza infermieristica olistica, capace di creare nuovi modelli di cura e migliorare i percorsi esistenti. Citando Albert Einstein: “Non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose. E non possiamo risolvere i nostri problemi con lo stesso pensiero che abbiamo usato quando li abbiamo creati”. Per una scienza medica che è in continua evoluzione – conclude il presidente Occhipinti – bisogna essere pronti a integrare il proprio agire professionale con le nuove conoscenze, innovazioni tecnologiche e le modifiche del Servizio Sanitario Nazionale anche alla luce dello sviluppo dell’autonomia differenziata”.

La Consulta giovani si è insediata ieri pomeriggio, durante una riunione tenutasi nella sala conferenze dell’Opi, alla quale hanno partecipato un gruppo di giovani infermieri; la coordinatrice della Consulta, Maria Chiara Mistretta, e il vicepresidente di Opi, Salvatore Montaperto. 

“È una delle prime Consulte giovani istituite in Sicilia e si pone tra le primissime in Italia – afferma Salvatore Montaperto – Attraverso questo scambio generazionale vogliamo creare le condizioni per creare nuova linfa all’interno del nostro Ordine capace di apportare un valido contributo anche sull’aspetto formativo, considerato che il nostro Ordine promuove una serie di iniziative non solo con l’Università ma anche con le altre istituzioni”.

“La Consulta si compone di giovani infermieri under 35 che hanno l’obiettivo di costruire un organo istituzionalmente riconosciuto all’interno del nostro Ordine per dare voce alla componente giovanile e sostenere le attività a interesse infermieristico – dichiara Chiara Maria Mistretta – Noi ci confronteremo con il Consiglio direttivo dell’Ordine e con altre realtà infermieristiche di altre province e altre regioni. Ringrazio il presidente Occhipinti e il Consiglio dell’Ordine per avermi dato fiducia. Avanzeremo delle proposte per promuovere il nostro progetto mettendo in campo le nostre competenze, abilità e conoscenze, così da raggiungere gli obiettivi prefissati. Perché soli si va veloci ma insieme si va lontano”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *