Denunciò magistrati in servizio ad Agrigento: Gip archivia indagine

Redazione

| Pubblicato il martedì 16 Febbraio 2021

Denunciò magistrati in servizio ad Agrigento: Gip archivia indagine

Archiviate le posizioni di 13 magistrati, un giornalista e un avvocato
di Redazione
Pubblicato il Feb 16, 2021

Il Gip di Caltanissetta, Alessandra Maria Maira accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica ha archiviato l’indagine a carico di 13 magistrati in servizio o gia’ in servizio ad Agrigento, un giornalista ed un avvocato della Citta’ dei Templi. L’indagine era scaturita a seguito di una serie di esposti presentati dall’avvocato Giuseppe Arnone, recentemente sospeso dall’esercizio della professione e cancellato dall’albo professionale. Il Giudice ha disposto l’archiviazione, rigettando al contempo l’opposizione formulata dal denunciante, ritenendo destituite di qualsiasi fondamento le accuse (definite “fantasiose”), rivolte ai magistrati agrigentini, dei quali e’ stata sottolineata la correttezza dell’operato ritenuto pienamente conforme alla legge. 

Indagine archiviata per l’attuale procuratore generale presso la Suprema Corte, Luigi Birritteri, l’attuale procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, il suo predecessore Renato Di Natale, l’ex  procuratore aggiunto di Agrigento – oggi a Catania – Ignazio Fonzo; l’attuale procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella; l’attuale capo dei Gip di Agrigento, Francesco Provenzano, e il gip Alessandra Vella;  i sostituti procuratori Alessandra Russo, Carlo Cinque, Simona Faga, Santo Fornasier, Alessandro Macaluso, Andrea Maggioni; l’avvocato Francesca Picone e il giornalista Lelio Castaldo. 

In particolare, e’ stata rilevata l’insussistenza di presunti complotti a danno di Arnone, del quale peraltro si è contestato l’uso strumentale delle denunce, fino alla manipolazione e manomissione di trascrizioni di registrazioni effettuate ad insaputa degli interlocutori. Lo stesso Arnone, in un fascicolo parallelo, ha ricevuto la notifica di un avviso di conclusione delle indagini, con numerosi capi di imputazione per reati commessi ai danni degli stessi magistrati che aveva denunciato infondatamente, prodromico, dopo l’eventuale interrogatorio, alla richiesta di rinvio a giudizio. (AGI)

di Redazione
Pubblicato il Feb 16, 2021


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl