Apertura

Incidente stradale provoca strage: morti tre agenti di Polizia penitenziaria (ft)

Le vittime sono Pietro Tantoli, 48 anni, originario di Bitonto e i catanesi Giuseppe Spampinato e Giovanni Barbanti

Pubblicato 6 mesi fa

Tragico incidente sulla strada statale 385 fra Palagonia e Mineo, nel Catanese. Tre agenti di Polizia penitenziaria, in servizio nel carcere di piazza Lanza del capoluogo etneo, sono morti ieri sera in un incidente stradale mentre, dopo avere finito il turno di lavoro, si stavano recando a Mineo per assistere alla processione per il Patrono del grosso centro agricolo della Piana. La loro auto, una Peugeot 208, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con una Lancia Delta sulla strada statale 385. Gianluca Barbanti, 38 anni, e Giuseppe Spampinato di 49, sono morti sul colpo. Per estrarre i corpi dalle lamiere sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. Mentre Pietro Tatoli, 48 anni, che era alla guida è deceduto dopo il ricovero nell’ospedale Cannizzaro di Catania, dove era stato trasportato con un elicottero del 118. Ferito, ma non in maniera grave, anche l’autista dell’altra vettura. In segno di lutto il sindaco di Mineo, Giuseppe Mistretta, ha sospeso tutte le manifestazioni esterne legate ai festeggiamenti per il patrono.

Quella dei tre agenti, ricostruisce il capo del Dap, Giovanni Russo, era “un’amicizia che andava oltre il fatto di essere colleghi e che ha legato i loro destini anche negli ultimi attimi di vita”. Cordoglio per la scomparsa degli agenti e vicinanza alle loro famiglie sono state espresse dal presidente del Senato, Ignazio La Russa, dal ministro della Giustizia, Carlo Nordio, dal vicepremier Matteo Salvini, e dal sindacato di polizia penitenziaria Sappe.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *