“Non è più socialmente pericoloso”: revocata libertà vigilata a Nicola Ribisi

Redazione

Apertura

“Non è più socialmente pericoloso”: revocata libertà vigilata a Nicola Ribisi

di Redazione
Pubblicato il Nov 28, 2019
“Non è più socialmente pericoloso”: revocata libertà vigilata a Nicola Ribisi

Il Tribunale di Sorveglianza di Palermo presieduto dal giudice Giancarlo Trizzino, accogliendo l’appello avanzato dall’avvocato Giuseppe Barba, ha revocato la misura di sicurezza della libertà vigilata nei confronti di Nicola Ribisi, 39 anni di Palma di Montechiaro, esprimendo un giudizio di cessata pericolosità sociale. 

Nicola Ribisi (fratello di Francesco che sta scontando la condanna a 13 anni nell’inchiesta Nuova Cupola) è stato condannato nel 2011 col rito abbreviato a cinque anni e quattro mesi di reclusione per associazione mafiosa. Una volta scarcerato viene sottoposto alla misura della libertà vigilata a partire dal 22 aprile 2014 che però fu interrotta nel giugno successivo per l’applicazione di un’altra misura – quella dell’obbligo di soggiorno – per la durata di quattro anni. Una volta scontato l’obbligo di soggiorno Ribisi fu nuovamente sottoposto alla libertà vigilata con scadenza naturale nell’aprile 2020. 

La difesa del palmese ha però presentato istanza sollecitando un nuovo giudizio in merito alla pericolosità sociale di Ribisi: istanza che fu bocciata dal magistrato di sorveglianza di Agrigento ma che, adesso, viene accolta dal collegio palermitano anche alla luce del comportamento di Nicola Ribisi che non ha mai infranto alcuna prescrizione derivate dalle misure. 

Per questo motivo il Tribunale di Sorveglianza di Palermo, ritenendo cessata la pericolosità sociale di Ribisi, ha accolto il ricorso revocando ancora prima del tempo la misura della libertà vigilata. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04