Cugini uccisi: fermato agricoltore, ha confessato

Redazione

| Pubblicato il giovedì 23 Giugno 2022

Cugini uccisi: fermato agricoltore, ha confessato

Risolto in tempi rapidissimi, dunque, il caso dei due cugini uccisi
di Redazione
Pubblicato il Giu 23, 2022

C’è un fermo per il duplice omicidio di Acireale: si tratta di un uomo sui settanta anni, Giuseppe Battiato, proprietario terriero del fondo in cui sono stati trovati i due cugini assassinati a colpi d’arma da fuoco. Nella notte l’uomo ha confessato di avere sparato ai due.

Risolto in tempi rapidissimi, dunque, il caso dei due cugini uccisi.

Non si trovavano per caso in quel fondo agricolo dove sono stati trovati morti i trentenni Vito Cunsolo e Virgilio Cunsolo Terranova, assassinati a colpi d’arma da fuoco nelle campagne nella frazione Pennisi di Acireale. I carabinieri della compagnia del paese hanno sentito amici e parenti delle vittime molti dei quali, ieri, avevano cercato le vittime che due notti fa non sono rientrate a casa. Il sospetto degli investigatori è che si trovassero in quel casolare di via Roccamena per compiere dei furti di limoni. Ieri a tarda sera ad Acireale sono giunti molti conoscenti che abitavano al Villaggio Sant’Agata e per un po’ ci sono stati momenti di tensione con i militari dell’Arma. Vagliata sin da subito dagli inquirenti la posizione di alcuni proprietari della zona e di personaggi che in passato hanno assicurato la ‘guardiania’ di quella zona, coltivata prevalentemente a limoni. Diversi sono stati sentiti in caserma.

Fino alla svolta e al fermo dell’agricoltore.

Parla il cap. Stefania Riscolo, comandante Compagnia Carabinieri di Acireale
di Redazione
Pubblicato il Giu 23, 2022


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl