Porto Empedocle, il calendario della discordia: polemica tra tipografi e Pro Loco (che replica)

Alessandro La Rosa

| Pubblicato il giovedì 10 Dicembre 2020

Porto Empedocle, il calendario della discordia: polemica tra tipografi e Pro Loco (che replica)

Il Comune non è coinvolto poichè non c'è un bando di gara; la ProLoco unica responsabile
Pubblicato il Dic 10, 2020

Il Comune e la Pro Loco di Porto Empedocle sono il bersaglio delle critiche cittadine. La contestazione, scaturita dalla stampa del calendario ufficiale 2021, è partita dai tipografi locali, poiché la realizzazione è stata affidata ad una stamperia di Riposto (CT).

Mentre si estendeva a macchia d’olio sui social, alcuni calendari venduti, e fino a stamattina appesi in molte attività commerciali, sono stati nascosti per evitare ulteriori problemi. Le accuse degli empedoclini cadono sul Comune, ma occorre precisare che, anche per la semplice creazione di un calendario, l’ente comunale deve indire un bando di gara e pubblicare la notifica sull’Albo Pretorio. Non essendoci alcuna notifica del bando, si deduce che il Comune non è coinvolto.

La Pro Loco, quindi, resta l’unica “responsabile” della realizzazione e respinge le critiche dei tipografi locali, sostenendo che “la qualità offerta dall’azienda di Riposto è migliore di quella delle aziende del territorio”

La replica della Pro Loco

Il presidente della Pro Loco di Porto Empedocle, l’ingegner Paolo Savatteri, con una lunga lettera ha replicato così all’articolo: “Segnalo il taglio volutamente aizzatorio dato ad un fatto di bassa lega e le tante inesattezze scritte da Alessandro La Rosa che hanno scatenato una campagna di fango contro me e la Pro Loco […]. Senza che il La Rosa abbia verificato i fatti […], ha gettato veleno sulla comunità empedoclina, già segnata da una crisi culturale e di valori. […] Il calendario, oltre a non essere in vendita, a noi non risulta che sia stato riposto in fretta e furia[…]. […] Lo scrivente non ha mai accostato la qualità dei tipografi locali, ma ha anche collaborato con loro, soprattutto con Bulone (che ha anche inopportunamente tirato in ballo l’Amministrazione Comunale totalmente estranea al progetto). La Tipografia La Rocca di Riposto è stata scelta più volte da noi per la realizzazione di oggetti e souvenirs perché c’è un miglior rapporto qualità-prezzo. […] Inoltre, informo che la realizzazione del calendario è stata deliberata dal Cda della Pro Loco e finanziata coi proventi del 5×1000 del 2018/19 accreditati dall’Agenzia delle Entrate. […] Preciso, infine, che il calendario ha riscosso successo.”

Grandangolo chiarisce

f. c.) Pubblichiamo i punti salienti di una lettera dell’ing. Paolo Savatteri anticipando da subito che non ci piace il termine “aizzatorio” perchè è lontano anni luce dal nostro modo di operare e pensare. E’ opportuno, tuttavia, spiegare un paio di cose anche “nell’ottica collaborativa, per la dovuta giusta informazione dei fatti” (come auspica l’ing. Savatteri).

A Porto Empedocle si scatena una polemica non creata o voluta da Grandangolo attraverso interventi pubblici e mai smentiti dalla Tipografia Bulone; l’ing. Savatteri stesso conferma che la polemica è vera seppur “sulle spalle della comunità empedoclina, già segnata da una crisi culturale e di valori”; nell’articolo scritto dal nostro Alessandro La Rosa non si accusa la Pro Loco, ma sono stati illustrati i fatti scagionando anche l’Amministrazione comunale, già presa di mira sui social.

Dunque, Grandangolo ha scritto un fatto vero, non smentibile, accettato da tutte le parti causa. E tra le parti in causa, è meglio metterlo in evidenza, ci sono la Pro Loco e la Tipografia Bulone. Non Grandangolo.

Ci preme segnalare, inoltre, che abbiamo verificato ciò che è stato scritto e nemmeno l’ing. Savatteri offre una verità diversa dalla nostra rispetto “al miglior rapporto qualità-prezzo”.

Anche altri organi di informazione hanno trattato la vicenda esattamente come abbiamo fatto noi e questo ci conforta.

In definitiva, nessun punto del nostro articolo è stato contrario al vero ma resta la polemica che, lo ribadiamo, appartiene ai protagonisti empedoclini e non a Grandangolo. Noi abbiamo solo raccontato ciò che è avvenuto.

I distinguo dell’ing. Savatteri sono legittimi così come legittimi sono i nostri sforzi di rimandare al mittente ogni malevola insinuazione.

Pubblicato il Dic 10, 2020


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl