banner-emergenza-coronavirus

Sfruttamento lavoro e violenza su dipendenti, arrestati due fratelli (vd e ft)

Redazione

Cronaca

Sfruttamento lavoro e violenza su dipendenti, arrestati due fratelli (vd e ft)

di Redazione
Pubblicato il Dic 18, 2019
Sfruttamento lavoro e violenza su dipendenti, arrestati due fratelli (vd e ft)

I Carabinieri del Comando Tutela lavoro Nucleo ispettorato del lavoro di Catania, insieme ai militari del comando provinciale di Catania, hanno posto agli arresti domiciliari due fratelli catanesi, di 49 e 40 anni, rispettivamente titolare e socio di una società agricola, ritenuti responsabili di sfruttamento del lavoro e violenza privata contro propri dipendenti.

Sfruttamento lavoro e violenza su dipendenti, arrestati due fratelli

Le indagini, durate alcuni mesi e supportate anche da attività tecniche, hanno consentito di documentare che i due impiegavano otto dipendenti alcuni stranieri, di nazionalità rumena, marocchina e tunisina, privi di ulteriori mezzi di sostentamento, in condizioni di sfruttamento, corrispondendo loro reiteratamente retribuzione palesemente difforme dai contratti collettivi nazionali e territoriali e comunque sproporzionata alla quantità e qualità di lavoro prestato 25 euro al giorno con 2,50 euro all’ora, a fronte di quanto spettante ovvero 64 euro al giorno, costringendoli a svolgere turni di lavoro estenuanti, senza fruire di ferie, riposi settimanali ed indennità accessorie. Il lavoro svolto dai dipendenti violava anche la normativa in materia di sicurezza ed igiene sui luoghi di lavoro.

L’indagine è partita dalla denuncia di due rumeni, i quali oltre a essere sfruttati erano costretti a vigilare sull’azienda, vivendo in un rudimentale fabbricato in precarie condizioni igienico-sanitarie, venendo poi allontanati con violenza e minaccia per futili motivi. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings