Giudiziaria

“Abusi sessuali su pazienti disabili”, 5 anni e 4 mesi di carcere a fisioterapista agrigentino 

Cinque anni e quattro mesi di reclusione per aver abusato sessualmente di tre pazienti disabili

Pubblicato 2 mesi fa

Cinque anni e quattro mesi di reclusione per aver abusato sessualmente di tre pazienti disabili. Il gup del tribunale di Agrigento Micaela Raimondo ha disposto la condanna nei confronti di un fisioterapista agrigentino – A.G., 62 anni, di Raffadali – per l’accusa di violenza sessuale.

Il tribunale ha altresì disposto il pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro per ciascuna delle tre persone offese che si erano costituite parte civile. L’accusa, sostenuta in aula dal pm Paola Vetro, aveva chiesto la condanna dell’imputato a 6 anni. 

Le indagini, svolte con ausili tecnici audio/video, sono state minuziose ed attente. La condotta posta in essere dall’uomo sembra essere inequivocabile. Secondo la Procura di Agrigento il fisioterapista, approfittando delle difficoltà fisiche, soprattutto mentali, durante i trattamenti di fisioterapia, assumeva atteggiamenti equivoci, sessualmente espliciti, fino a compiere veri e propri atti di violenza sessuale su quel materassino che non permetteva alle vittime di  ribellarsi. 

Durante l’ultima seduta, i militari sono piombati nello studio, allontanando l’operatore sanitario dalla donna, che nel frangente stava tentando di divincolarsi.  L’imputato è difeso dall’avvocato Giuseppe Scozzari. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *