Canicattì, accusato di aver sparato a ex marito della compagna: Scaccia resta in carcere per altro reato

Redazione

| Pubblicato il mercoledì 28 Marzo 2018

Canicattì, accusato di aver sparato a ex marito della compagna: Scaccia resta in carcere per altro reato

di Redazione
Pubblicato il Mar 28, 2018

Dovrà rimanere in carcere, Gianluca Scaccia, 33 anni, di Canicattì, nonostante il gup del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, ne ha disposto gli arresti domiciliari, con obbligo di portare il braccialetto elettronico per controllo a distanza, accogliendo le istanze della difesa dell’uomo, rappresentata dall’avv. Angela Porcello, che aveva chiesto una attenuazione della misura cautelare, dopo l’arresto del canicattinese accusato di aver sparato all’indirizzo di Vincenzo Curto, 31 anni, ex marito della sua attuale compagna.

Dunque niente domiciliari per Scaccia, in quanto per l’uomo è divenuta definitiva una condanna a un anno di reclusione per alcuni episodi di violazione delle misure di prevenzione. Il canicattinese dovrà scontare la pena.s

di Redazione
Pubblicato il Mar 28, 2018


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl