Giudiziaria

Favara, in caserma per sporgere denuncia ma insulta e minaccia carabiniere: arrestato 

Si reca in caserma per sporgere una denuncia ma finisce in manette per aver minacciato un carabiniere e distrutto un computer

Pubblicato 2 settimane fa

Si reca in caserma per sporgere una denuncia ma finisce in manette per aver minacciato un carabiniere e distrutto un computer. È successo ieri sera a Favara dove i militari della locale Tenenza hanno arrestato un 43enne del posto – A.L. – per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

L’uomo, che ha nominato l’avvocato Salvatore Cusumano, si era presentato dai carabinieri per sporgere una denuncia. Un militare dell’Arma, vedendo però lo stato di agitazione dell’uomo, lo avrebbe invitato a tornare l’indomani chiamando nel frattempo una pattuglia. Il 43enne, dunque, avrebbe prima tentato di scavalcare la recinzione a presidio della Tenenza e in seguito insultato e minacciato un militare che lo aveva bloccato.

In quei momenti concitati, peraltro, l’uomo si è pure ferito e sul posto sono arrivati medico e ambulanza. Su disposizione del sostituto procuratore Rita Barbieri il 43enne è stato posto ai domiciliari. Questa mattina, invece, si è tenuta l’udienza davanti al giudice Fulvia Veneziano che ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti del favarese la misura dell’obbligo di firma alla polizia giudiziaria. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *