Femminicidio a Ragusa, confermato ergastolo per Panascia

Redazione

| Pubblicato il giovedì 09 Dicembre 2021

Femminicidio a Ragusa, confermato ergastolo per Panascia

Il femminicidio venne commesso l'11 ottobre del 2018
di Redazione
Pubblicato il Dic 9, 2021

La Prima sezione della Corte d’Assise d’appello di Catania ha confermato la condanna all’ergastolo per Giuseppe Panascia, 76 anni, ritenuto colpevole dell’omicidio della ex moglie Maria Zarba. Panascia dovra’ pagare anche le spese processuali e di custodia cautelare e le spese di giudizio delle parti civili; il termine per il deposito delle motivazioni e’ stato fissato in 90 giorni.

L’uomo era stato condannato in primo grado dalla Corte di Assise di Siracusa, il 21 luglio 2020. Il femminicidio venne commesso l’11 ottobre del 2018 in una abitazione del centro storico di Ragusa superiore. Fu un nipote che viveva con la nonna, Maria Zarba, 66 anni a fare la sconvolgente scoperta del cadavere della donna, un corpo massacrato e riverso a terra in un lago di sangue. La corsa per chiedere aiuto e l’arrivo dei soccorsi ma per la donna non c’era nulla da fare.

di Redazione
Pubblicato il Dic 9, 2021


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl