Giudiziaria

“La carica delle 104”, prescrizione cancella i reati commessi nel 2011

L'inchiesta, che in questo filone vede 39 imputati, ipotizza un "sistema" in grado di garantire a chi non aveva diritto le agevolazioni della legge 104

Pubblicato 4 settimane fa

La prescrizione si abbatte sul processo scaturito dall’inchiesta “La carica delle 104” e cancella tutti i reati commessi nel 2011. La conseguenza è che la posizione di oltre una dozzina di imputati si è notevolmente ridimensionata alla luce dell’intervenuta prescrizione di alcuni reati contestati. È il caso, ad esempio, del bidello favarese Antonio Alaimo, ritenuto uno dei personaggi principali dell’intera inchiesta. Lo ha stabilito il giudice Michele Dubini nel corso del dibattimento sul secondo filone dell’inchiesta che vede attualmente trentanove imputati tra medici, insegnanti e presunti falsi invalidi. Il processo,  a distanza di due anni dal rinvio a giudizio, è ancora alle battute iniziali. L’inchiesta, che rappresenta il “secondo capitolo” dell’indagine madre, ipotizza un “sistema” in grado di fare leva sulle agevolazioni della legge 104 garantendo, a chi non aveva diritto, di potere usufruirne ottenendo tutti i vantaggi del caso come trasferimenti e invalidità civile. Il giudice, preso atto dell’intervenuta prescrizione per alcuni reati, ha rinviato l’udienza al prossimo 19 giugno quando verranno sentiti in aula i consulenti medici del pubblico ministero. 

Questi gli imputati: Antonio Alaimo, 62 anni di Favara; Alessandra Alfano, 46 anni di Agrigento; Giovanni Baio, 65 anni di Raffadali; Antonina Barbaro, 54 anni di Raffadali; Elisa Rita Capraro, 46 anni di Agrigento; Giusi Cardella, 47 anni di Raffadali;Dario Criminisi, 43 anni di Agrigento; Serafina Cinquemani, 49 anni di Favara; Anna Rita Consolo, 53 anni di Siculiana; Eleonora Crapanzano, 49 anni di Favara; Domenico Drago, 66 anni di Favara; Giovanna Failla, 54 anni di Favara; Grazia Maria Fanara, 46 anni di Favara; Nadia Gagliano, 49 anni di Siculiana; Giovanna Montaperto, 63 anni di Agrigento; Lella Morreale, 59 anni di Agrigento; Giuseppe Moscato, 50 anni di Favara; Antonina Panarisi, 59 anni di Raffadali; Stefano Piazza, 40 anni di Favara; Giuseppina Parello, 44 anni di Favara; Giuseppina Pirrera, 54 anni di Favara; Anna Pullara, 46 anni di Favara; Antonio Ragusa, 56 anni di Raffadali; Riccardo Ragusa, 48 anni di Raffadali; Rossana Rampello, 44 anni di Raffadali; Maria Rizzo, 50 anni di Raffadali; Carlo Scibetta, 66 anni di Porto Empedocle; Carmelinda Sgarito, 47 anni di Favara; Maria Giovanna Varisano, 54 anni di Favara; Silvana Vita, 50 anni di Agrigento; Giuseppe Gallo, 70 anni di Naro; Paolo Santamaria, 68 anni di Aragona; Concetta Rubino, 60 anni di Palermo; Alfonso Russo, 74 anni di Aragona; Antonio Bosco, 70 anni di Favara; Antonia Matina, 66 anni di Favara; Lorenzo Greco, 69 anni di Agrigento; Pasqualino Messina, 57 anni di Cattolica Eraclea; Salvatore Russo, 45 anni di Agrigento. 

Nel collegio difensivo, tra gli altri, gli avvocati Salvatore Cusumano, Giuseppe Barba e Santo Lucia. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *