Connect with us
Giudiziaria

Maltrattamenti e violenza sessuale, poliziotto condannato a 4 anni e 8 mesi 

Secondo l'accusa avrebbe aggredito la donna, colpendola con calci e pugni, anche quando era incinta

Pubblicato 4 giorni fa

Un poliziotto di 51 anni, originario di Caltanissetta, e in passato in servizio a Ferrara e a Palermo, è stato condannato, con rito abbreviato, dal Gup di Palermo Filippo Serio a quattro anni, otto mesi e 20 giorni di carcere per maltrattamenti familiari, violenza sessuale e lesioni personali in danno della compagna quarantenne. I fatti contestati dall’accusa si sarebbero svolti tra il 2014 e il 2021 a Marsala, Ferrara e Palermo. La donna si è costituita parte civile, con l’assistenza dell’avvocato Leonardo Genna del Foro di Marsala. Le è stato riconosciuto il risarcimento danni da quantificare in sede civile, con una “provvisionale” immediatamente esecutiva di 5 mila euro. 

Il poliziotto – per il quale erano già state emesse misure cautelari quali il divieto di avvicinamento e di comunicazione con l’ex compagna, nonché il divieto di dimora – è stato anche interdetto dai pubblici uffici per cinque anni. Secondo l’accusa avrebbe aggredito la donna, colpendola con calci e pugni, anche quando era incinta, accusandola di avere una relazione con un altro uomo nel periodo in cui si erano lasciati. 

L’avrebbe, inoltre, violentata in almeno due occasioni, insultata, minacciata e controllato ogni suo spostamento impedendole ogni forma di relazione sociale. In un’altra occasione, sarebbe andato in escandescenze scagliandole addosso il telefono cellulare e colpendola a testate sulla fronte. “Invito le donne a denunciare – ha detto dopo la sentenza la donna dopo, che ha tre figli – anche quando temono di non essere credute per il ruolo o la posizione sociale o di lavoro dei loro uomini. Bisogna farlo anche per dare un esempio positivo ai figli”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10:37
11:36 - Anno giudiziario, Pg Sava: “Cosa nostra vitale nell’agrigentino” +++11:30 - Sicilia, La Rocca Ruvolo: ok emendamento su Museo Regionale dell’Editoria e della Comunicazione +++11:22 - Corse clandestine di cavalli, maxi blitz nell’agrigentino  +++11:17 - Corse clandestine di cavalli, maxi blitz nell’agrigentino  +++10:46 - Agrigento, carabinieri consegnano bene interesse storico a Soprintendenza  +++09:50 - Trovato in possesso di scooter rubato, 19enne denunciato per ricettazione +++09:47 - Canicattì, 34 percettori reddito cittadinanza al lavoro per la città +++09:43 - Cianciana, ok alla sanatoria delle cartelle esattoriali +++09:33 - Comitini, consegnato pulmino per il trasporto degli alunni  +++09:27 - “Punteggio errato nella graduatoria”, accolto ricorso del Centro Studi Pirandello +++
11:36 - Anno giudiziario, Pg Sava: “Cosa nostra vitale nell’agrigentino” +++11:30 - Sicilia, La Rocca Ruvolo: ok emendamento su Museo Regionale dell’Editoria e della Comunicazione +++11:22 - Corse clandestine di cavalli, maxi blitz nell’agrigentino  +++11:17 - Corse clandestine di cavalli, maxi blitz nell’agrigentino  +++10:46 - Agrigento, carabinieri consegnano bene interesse storico a Soprintendenza  +++09:50 - Trovato in possesso di scooter rubato, 19enne denunciato per ricettazione +++09:47 - Canicattì, 34 percettori reddito cittadinanza al lavoro per la città +++09:43 - Cianciana, ok alla sanatoria delle cartelle esattoriali +++09:33 - Comitini, consegnato pulmino per il trasporto degli alunni  +++09:27 - “Punteggio errato nella graduatoria”, accolto ricorso del Centro Studi Pirandello +++