Reddito di cittadinanza percepito indebitamente: 15 denunce nell’ennese

Redazione

| Pubblicato il sabato 11 Settembre 2021

Reddito di cittadinanza percepito indebitamente: 15 denunce nell’ennese

Tutti devono rispondere di truffa aggravata
di Redazione
Pubblicato il Set 11, 2021

I carabinieri di Enna hanno denunciato 15 persone che dal gennaio 2020 hanno ricevuto il diritto di cittadinanza sulla base di false dichiarazioni: sono 5 cittadini italiani, tutti dell’Ennese, e 10 donne straniere, ospiti di un centro di accoglienza per migranti, che avevano attestato di essere residenti in Italia da almeno 10 anni. Tutti devono rispondere di truffa aggravata.

La somma erogata dall’Inps, che ha disposto la sospensione retroattiva del sussidio, ammonta in totale a circa 26 mila euro e ora dovra’ essere restituita dai beneficiari. Per quattro di loro la denuncia e’ scattata per non avere dichiarato la presenza, nel nucleo familiare, di persone condannate per reati di mafia o per indebite riscossioni di contributi pubblici.Un quinto denunciato ha chiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza senza dichiarare di essere stato condannato in via definitiva.

di Redazione
Pubblicato il Set 11, 2021


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl