Tenta di strangolare la compagna, poi tenta il suicidio

Redazione

IN EVIDENZA

Tenta di strangolare la compagna, poi tenta il suicidio

di Redazione
Pubblicato il Giu 23, 2019
Tenta di strangolare la compagna, poi tenta il suicidio

Prima ha tentato di strangolare la compagna, poi ha tentato il suicidio. E’ accaduto a Giardini Naxos, in provincia di Messina, dove un uomo di 64 anni, durante la notte, ha tentato di soffocare la sua compagna con delle fascette in plastica autobloccanti.

La donna è però riuscita a divincolarsi, scappare di casa e richiamare l’attenzione dei vicini che, sentite le grida, hanno allertato i carabinieri.

A quel punto l’uomo ha tentato di suicidarsi, stringendosi al collo le stesse fascette con cui aveva tentato di uccidere la convivente. A salvarlo sono stati due vicini.

La compagna, con un occhio tumefatto, i segni del tentato strangolamento sul collo e ferite allo zigomo e al naso, è stata trasportata all’ospedale di Taormina dove i medici le hanno riscontrato una sospetta emorragia cerebrale, lesioni allo zigomo e all’occhio destro e al collo.

Secondo quanto raccontato dalla donna ai carabinieri, da qualche mese i rapporti con il convivente si erano deteriorati. L’uomo faceva abuso di alcol e questo l’aveva spinta ad allontanarsi, salvo poi, su spinta di alcuni amici, tentare nelle ultime tre settimane una riconciliazione. Ieri sera la coppia era andata in un locale di Giardini Naxos, rientrando a casa verso l’1. Poco dopo, mentre erano a letto, la donna ha sentito il compagna avvicinarsi e aggredirla. L’uomo, arrestato, si trova nel carcere Gazzi di Messina in attesa dell’interrogatorio di garanzia innanzi al Gip.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04