Connect with us
Mafia

Mafia, blitz tra Sicilia e Lombardia: 24 misure cautelari

L'operazione è stata denominata 'Tuppetturu', nome che in siciliano indica una piccola trottola di legno

Pubblicato 3 settimane fa

Un’operazione antimafia, con oltre 100 militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Catania, è in corso tra Sicilia e Lombardia. Finanzieri stanno eseguendo un’ordinanza di misure cautelare personali e reali emessa dal Gip, su richiesta della Dda della Procura di Catania, nei confronti di 24 persone.

Agli indagati sono contestati, a vario titolo, i reati di associazione mafiosa, estorsione aggravata dal metodo mafioso, traffico organizzato di sostanze stupefacenti, trasferimento fraudolento di valori e detenzione di armi.

Sull’operazione, denominata ‘Tuppetturu’, nome che in siciliano indica una piccola trottola di legno, alle 10.30 si terrà una conferenza nella sala Koiné del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catania della Guardia di finanza di Catania 

Operazione Tuppetturu

Queste le persone raggiunte da misura cautelare

Giuseppe Andò, detto “u cinisi”, nato a Giarre classe 1960; Carmelo Caminiti, Taormina, classe 1973; Dario Cavallaro, Taormina, classe 1982;
Marco Giovanni Condorelli, Catania, classe 1991; Luciano Maria Costanzo, Piazza Armerina, classe 1979; Cateno Sebastiano Costanzo, Taormina, classe 1979; Cristian Cullurà, Taormina, classe 1987; Gaetano Di Bella, Catania, classe 1960; Orazio Di Grazia, Giarre, classe 1982; Edy Fazio, Catania, classe 1994; Pietro Galasso, Calatabiano, classe 1972; Camillo Giovanni Gambacurta, Acireale, classe 1962; Angelo Leonardi, Taormina, classe 1966;
Giuseppe Lisi, Giarre, classe 1974; Marco Longhitano, Taormina, classe 1984; Giuseppe Mascali, Catania, classe 1982; Francesco Maugeri, Paternò, classe 1959; Vincenzo Messina, Messina, classe 1976; Giuseppe Raneri, Taormina, classe 1972; Pietro Roccella; Giuseppe Ruggeri; Gaetano Scalora;
Mariano Spinella; Costantino Talio; Salvatore Zacco.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

05:40
22:56 - La sentenza “Xydi” rilancia la lotta a Cosa nostra +++19:17 - La figlia di Totò Cuffaro diventa magistrato: “Il suo successo sconfigge la mia sconfitta” +++18:22 - Caltanissetta, ragazzino picchiato davanti la scuola: indagini +++17:37 - “L’eredità di Falcone e Borsellino”:  una mostra contro gli indifferenti +++17:35 - Spara e uccide l’ex della fidanzata, condannato a 18 anni +++17:31 - Vent’anni fa la scomparsa di Caponnetto, iniziative per ricordare il capo del pool antimafia +++17:15 - Sciacca, provoca incendio durante grigliata del primo maggio: condannato +++16:47 - Sbarchi senza sosta a Lampedusa, oltre mille in hotspot +++16:33 - Elezioni a Sciacca, al via ricalcolo dei voti del primo turno +++16:04 - Grande Fratello, gli italiani salvano Micòl Incorvaia: l’empedoclina prosegue la sua avventura +++
22:56 - La sentenza “Xydi” rilancia la lotta a Cosa nostra +++19:17 - La figlia di Totò Cuffaro diventa magistrato: “Il suo successo sconfigge la mia sconfitta” +++18:22 - Caltanissetta, ragazzino picchiato davanti la scuola: indagini +++17:37 - “L’eredità di Falcone e Borsellino”:  una mostra contro gli indifferenti +++17:35 - Spara e uccide l’ex della fidanzata, condannato a 18 anni +++17:31 - Vent’anni fa la scomparsa di Caponnetto, iniziative per ricordare il capo del pool antimafia +++17:15 - Sciacca, provoca incendio durante grigliata del primo maggio: condannato +++16:47 - Sbarchi senza sosta a Lampedusa, oltre mille in hotspot +++16:33 - Elezioni a Sciacca, al via ricalcolo dei voti del primo turno +++16:04 - Grande Fratello, gli italiani salvano Micòl Incorvaia: l’empedoclina prosegue la sua avventura +++