Mafia, operazione Icaro: definitive 12 condanne

Redazione

Mafia, operazione Icaro: definitive 12 condanne
| Pubblicato il mercoledì 14 Ottobre 2020

Mafia, operazione Icaro: definitive 12 condanne

di Redazione
Pubblicato il Ott 14, 2020

Condanne definitive per dodici imputati coinvolti nel filone abbreviato della maxi inchiesta antimafia Icaro che nel 2015 ha fatto luce sul riassetto delle famiglie mafiose agrigentine all’indomani degli arresti “eccellenti” dei superlatitanti Giuseppe Falsone e Gerlandino Messina. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione. 

Le condanne più alte sono state confermate nei confronti di Pietro Campo (14 anni) di Santa Margherita Belice, considerato il numero due della provincia agrigentina dietro soltanto a Leo Sutera; 14 anni e 8 mesi nei confronti di Antonino Iacono, alias “u giardinisi” e Francesco Messina, considerati rispettivamente i nuovi capi delle famiglie mafiose di Agrigento e Porto Empedocle. Confermate anche altre nove condanne per gregari e associati delle famiglie mafiose di Santa Margherita Belice, Cianciana, Porto Empedocle e Sambuca: si tratta di Francesco Capizzi inteso «il milanese», 51 anni, di Porto Empedocle (10 anni); Francesco Tarantino inteso “Paolo”, 31 anni, di Agrigento (10 anni); Mauro Capizzi, 49 anni, di Ribera (10 anni e 8 mesi); Santo Interrante, 36 anni, di Santa Margherita Belice (10 anni); Giacomo La Sala, 49 anni, di Santa Margherita Belice (10 anni e 4 mesi); Rocco D’Aloisio, 48 anni, di Sambuca di Sicilia (10 anni); Tommaso Baroncelli, 42 anni, di Santa Margherita Belice (8 anni e 8 mesi), Giuseppe Lo Pilato, 49 anni di Giardina Gallotti (9 anni), e Diego Grassadonia, 56 anni di Cianciana (9 anni).L’unica assoluzione è quella di Leonardo Marrella, 43 anni di Montallegro. Nell’inchiesta era coinvolto anche Emanuele Riggio, nel frattempo deceduto. Nel filone ordinario sono coinvolte altre nove persone, tutte condannate in Appello: si tratta di Vincenzo Marrella, Antonino Abate, Stefano Marrella, Vincenzo Marrella, Francesco Tortorici, Antonino Grimaldi, Carmelo Bruno, Roberto Carobene e Gaspare Nilo Secolonovo. Il collegio delle difese, tra gli altri, è composto dagli avvocati Antonino Gaziano, Vincenza Gaziano, Giovanni Castronovo, Santo Lucia. 

di Redazione
Pubblicato il Ott 14, 2020


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings