Messina
In aggiornamento

Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio: tre feriti gravi

Il più grave è Giovanni Arigò che ha riportato ustioni in gran parte del corpo; ferite anche la sorella, Cristina Arigò e la mamma Giuseppa Costa andate a soccorrerlo

Pubblicato 3 settimane fa

Sono tre i feriti, di cui uno in gravissime condizioni, nell’esplosione che si è verificata in una fabbrica di fuochi d’artificio a Messina, nel quartiere di Santo Bordonaro, nella zona sud della città. I tre feriti apparterrebbero alla famiglia proprietaria della fabbrica. Il più grave è un uomo Giovanni Arigò che ha riportato ustioni in gran parte del corpo; ferite anche altre due donne sue parenti ossia la sorella, Cristina Arigò e la mamma Giuseppa Costache erano andate a soccorrerlo. Tutti sono stati trasportati d’urgenza al Policlinico. L’esplosione si è verificata intorno alle 12.30, un boato fortissimo che è stato sentito a grande distanza. A saltare in aria sarebbe stato il laboratorio dove l’uomo lavorava, c’è stato anche un incendio circoscritto a quell’area. Sono intervenute diverse squadre di vigili del fuoco di Messina e del Distaccamento di Villafranca Tirrena, con autopompa serbatoio e diverse autobotti. Sono in corso accertamenti degli investigatori della Squadra mobile e delle Volanti. Sul posto, oltre al magistrato, anche carabinieri e polizia municipale.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *