Palermo

Minacce e botte alla compagna anche in presenza dei figli, arrestato 40enne

La donna ha finalmente trovato il coraggio di raccontare tutto e denunciare

Pubblicato 3 settimane fa

Un giorno le ruppe una mano, un altro la minaccio’ di morte: la polizia ha eseguito, decisa dal Gip del Tribunale di Messina, una misura cautelare in carcere a carico di un 40enne messinese per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. L’uomo, spesso sotto l’effetto di droghe, avrebbe aggredito la compagna persino alla presenza di figli minori. E la gelosia lo spinse a installare in casa una telecamera con controllo da remoto attraverso il telefono cellulare. Nei primi giorni dello scorso mese di maggio, dopo l’ultimo episodio, la vittima ha finalmente trovato il coraggio di chiamare il numero unico di emergenza 112, cosi’ consentendo l’intervento degli agenti delle volanti che hanno dato inizio ai necessari approfondimenti da cui e’ scaturita la misura successivamente adottata dall’autorita’ giudiziaria.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *