Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli

Giuseppe Castaldo

Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli
| Pubblicato il mercoledì 18 Gennaio 2017

Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli

Pubblicato il Gen 18, 2017

Sono le dichiarazioni del boss Giuseppe Tantillo, che nel 2012 dominava incontrastato il clan mafioso di Borgo Vecchio, a coinvolgere il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Palermo, Fabrizio Ferrandelli.

Il boss pentito Giuseppe Tantillo

Il boss pentito Giuseppe Tantillò voti 

La vicenda – come scrive il bravo Salvo Palazzolo -fa riferimento alla precedente tornata elettorale, quella del 2012. L’accusa è pesante: voto di scambio politico – mafioso.

Il pentito Tantillo riferisce ai magistrati che Ferrandelli avrebbe acquistato un pacchetto di voti pagandoli 100€ cadauno.

Nell’avviso di garanzia che i carabinieri del nucleo Investigativo hanno consegnato lunedì mattina c’è anche una convocazione al palazzo di giustizia, per lunedì prossimo. L’esponente politico ha annunciato che resterà in silenzio fino all’audizione in procura, ai suoi collaboratori ha detto: “Sto crescendo nei sondaggi, faranno di tutto per fermarmi”.

 

Pubblicato il Gen 18, 2017


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings