Forza Italia, Giambrone si dimette e Miccichè lo rimpiazza con La Rocca Ruvolo

Redazione

Forza Italia, Giambrone si dimette e Miccichè lo rimpiazza con La Rocca Ruvolo
| Pubblicato il mercoledì 30 Dicembre 2020

Forza Italia, Giambrone si dimette e Miccichè lo rimpiazza con La Rocca Ruvolo

Polemiche durissime dopo la nomina ad assessore regionale di Marco Zambuto
di Redazione
Pubblicato il Dic 30, 2020

La nomina di Marco Zambuto ad assessore regionale agli Enti Locali, in quota Forza Italia, ha provocato una spaccatura all’interno del partito forzista agrigentino. Vincenzo Giambrone, che inizialmente sembrava l’uomo designato a ricoprire tale ruolo, ha annunciato le dimissioni irrevocabili dalla carica di coordinatore provinciale di Forza Italia con un lungo messaggio diffuso sui social.

Margherita La Rocca Ruvolo è il nuovo Commissario provinciale di Agrigento e sostituisce il dimissionario Vincenzo Giambrone.

Le dichiarazioni di Giambrone

“Dopo venticinque anni di militanza in Forza Italia prendo atto di una decisione che esclude Forza Italia agrigentina dalla Giunta Regionale nonostante fossi stato indicato all’unanimità dallo stesso partito – ha dichiarato Giambrone – Prendo atto con molta amarezza che l’impegno preso da Gianfranco Miccichè è stato spudoratamente disatteso. Impegno suggellato nella sua stanza dell’Ars a Palermo avendomi detto più volte “sarai il mio assessore”. Ho contribuito con un lusinghiero risultato in appena ventiquattro giorni di campagna elettorale a far eleggere Riccardo Gallo, restituendo così un deputato agrigentino a Forza Italia dopo il vuoto di una legislatura. Candidandomi al Senato ho ottenuto 72 mila voti di cui 41 mila per Forza Italia,scusate se è poco. A questo si aggiunge ancora più amarezza dopo le tre legislature da sindaco, da direttore consorzio generale bonifica Agrigento 3 che è divenuta eccellenza nazionale. Rassegno le dimissioni irrevocabili da coordinatore provinciale di Forza Italia. Mi chiedo – conclude Giambrone – quali motivi abbiano indotto Miccichè a calpestare la volontà del partito di Agrigento. Come può un uomo come me, con una lunga militanza in Forza Italia, essere sostituito da uno che è stato presidente del Pd regionale e ha cambiato più partiti che mutande. Nulla contro la persona ma Zambuto con Forza Italia non ha nulla che spartire.”

Le dichiarazioni del coordinatore regionale, Gianfranco Miccichè.

“Con estremo dispiacere apprendiamo delle dimissioni irrevocabili di Vincenzo Giambrone da commissario provinciale del partito ad Agrigento. Gli rinnovo i sentimenti di stima e amicizia che ci hanno accompagnato in questi anni. Forza Italia avrà una nuova guida nella provincia agrigentina avvalendosi di Margherita La Rocca Ruvolo, valida parlamentare e presidente della Commissione Sanità dell’Ars”.

Giunta senza donne

Sulla giunta Musumeci tutta al maschile si sono scatenati i commenti polemici delle opposizioni.

“Era dai tempi del governo Fanfani che non accadeva una cosa del genere in Italia, solo il Molise non ha donne in giunta, ma ci sono comunque molte consigliere”, attacca Claudio Fava, presidente dell’Antimafia siciliana.

Gli strali contro il governo arrivano anche dalla Cgil, da Articolo Uno e dal M5s. Proprio nei 5stelle, pero’, è esploso un altro caso. A sollevarlo la deputata regionale Jose Marano che ha parlato di “maschi alfa” nel gruppo parlamentare dell’Ars che hanno stravolto gli accordi nominando come nuovo capogruppo un uomo (Giovanni Di Caro, ieri la nomina), invece di una donna come nei patti. “Mi assumo io la responsabilità della scelta perchè il cambio riguarda gli assessori di Forza Italia, ma non si può dire che siamo contro le donne, proprio noi che abbiamo varato all’Ars la legge sulla parità di generale”, dice Micciche’, che ha nominato l’ex assessora Grasso segretaria degli azzurri a Messina.

di Redazione
Pubblicato il Dic 30, 2020


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings