Politica

Tassa di soggiorno ed eventi, la Dc di Agrigento: “Perché non si riesce a pianificare con anticipo?”

Lo dice in una nota il gruppo consiliare della Democrazia Cristiana di Agrigento

Pubblicato 7 mesi fa

“Natale e Capodanno costeranno 200 mila euro, 190 di tassa soggiorno e 10 come contributo regionale. Lo si evince da una determina  del 15 dicembre affissa all’ albo pretorio oggi. Riteniamo inopportuno che appena una settimana fa, precisamente l’11 dicembre, l’ Amministrazione Comunale non avesse contezza di questi dati o non li volesse condividere con l’Aula. Se come ogni anno gli eventi di Natale e Capodanno gravano sulla tassa di soggiorno, perché non si riesce a pianificarli con il dovuto anticipo?”. Lo dice in una nota il gruppo consiliare della Democrazia Cristiana di Agrigento. 

I consiglieri comunali della DC prosegueono: “Quando è stato opzionato il gruppo dei Tiromancino se la delibera è del 15 e quanto costerà? Quasi tutta la tassa di soggiorno? Non si poteva decidere insieme alla consulta per il turismo nel mese di Agosto quando abbiamo chiesto all’Amministrazione con interrogazione cosa volesse organizzare per Natale? L’ organizzazione di Capitale della Cultura non può sottostare a questa approssimazione,  forse è davvero arrivato il momento che il Consiglio Comunale si assuma la responsabilità di dare a questa città una Amministrazione che sappia pianificare e guardare al futuro, dando le opportune risposte a cittadini e dipendenti, in termini di decoro (anche lavorativo) e stabilita’. Entriamo nel 2024 non negli anni 90!”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *