Giudiziaria

“Estorsione e minacce a venditore ambulante di kebab”, in tre a processo 

In tre a giudizio per estorsione e lesioni aggravate per le minacce ad un venditore ambulante a Licata

Pubblicato 1 mese fa

In tre a giudizio per estorsione e lesioni aggravate per le minacce ad un venditore ambulante a Licata. Uno degli imputati, però, si è reso irreperibile. La vicenda risale all’agosto 2022. I tre, tutti di nazionalità bengalese, sono accusati di aver picchiato e intimidito un venditore di kebab pakistano a cui avrebbero rivolto richieste estorsive: “Dacci 50 euro a settimana o ti incendiamo il locale”. Il processo, che si sta celebrando davanti il gup Giuseppa Zampino, prosegue senza uno degli imputati. Gli altri sono difesi dall’avvocato Gianfranco Pilato. Si torna in aula il 17 settembre per le arringhe della difesa e la requisitoria del pubblico ministero. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *