Rapina a Raffadali: due in carcere, uno ai domiciliari

Redazione

PRIMO PIANO

Rapina a Raffadali: due in carcere, uno ai domiciliari

di Redazione
Pubblicato il Feb 15, 2020
Rapina a Raffadali: due in carcere, uno ai domiciliari

Il gip del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, pur non convalidando il decreto di fermo emesso dal pm Chiara Bisso per mancata prova del pericolo di fuga, ha comunque disposto due misure di custodia cautelare in carcere nei confronti di Raffaele Salvatore Fragapane, 43 anni di Santa Elisabetta, e Umberto D’Arpa, 52 anni, palermitano. Il terzo indagato – il 26enne Martino Merino – finisce invece agli arresti domiciliari.

Non convince dunque la tesi avanzata dalla difesa degli indagati: in particolare il cugino del boss Fragapane – già condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione in primo grado per mafia nell’inchiesta Montagna – aveva dichiarato durante l’interrogatorio di garanzia di non sapere le intenzioni dei due palermitani che, invece, avevano subito confessato cercando di “tirare fuori” proprio Fragapane.



Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings