Giudiziaria

“Si è appropriato di 160 mila euro”, condanna definitiva per ex direttore Poste di Castrofilippo 

Emesso anche un ordine di carcerazione ma l’ex direttore può chiedere una misura alternativa essendo la pena inferiore a 4 anni

Pubblicato 3 mesi fa

Deve scontare 3 anni e 10 mesi in seguito ad una condanna definitiva per essersi appropriato dei risparmi dei clienti per un valore di circa 160 mila euro. La procura generale ha emesso un ordine di carcerazione nei confronti di Vincenzo Di Rosa, ex direttore delle Poste di Castrofilippo. L’uomo, difeso dagli avvocati Salvatore Pennica e Alfonso Neri, potrà evitare il carcere essendo la pena inferiore a quattro anni di reclusione. Per questo motivo la difesa chiederà una misura alternativa quale l’affidamento in prova o la semilibertà. Secondo l’accusa l’ex direttore delle Poste si sarebbe appropriato di denaro prelevandolo dai libretti postali di alcuni clienti. Tra questi un ammanco di 51 mila euro dal conto di un anziano. La condanna inflitta dai giudici di secondo grado è al di sotto dei quattro anni, limite entro il quale si può chiedere una forma di espiazione diversa rispetto al carcere.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *