banner-emergenza-coronavirus

Agente penitenziario aggredito nel carcere di Ragusa

Redazione

Ragusa

Agente penitenziario aggredito nel carcere di Ragusa

di Redazione
Pubblicato il Gen 3, 2020
Agente penitenziario aggredito nel carcere di Ragusa

Aggressione nel carcere di Ragusa. Vittima un poliziotto penitenziario che a Capodanno, durante un controllo in una camera detentiva, è stato picchiato con calci e pugni da un detenuto italiano affetto da problemi psichici. A denunciarlo è la Cisl Fns, spiegando che alla base dell’aggressione ci sarebbe stato l’invito fatto da un altro poliziotto al detenuto ad abbassare il volume del televisore per non recare disturbo all’interno del reparto detentivo.

“Grazie alla destrezza dell’assistente capo coinvolto e al tempestivo intervento in supporto dell’altro collega presente – spiegano dal sindacato -, si è riusciti a evitare conseguenze ancora più gravi”. L’assistente capo aggredito è dovuto ricorrere alle cure mediche per i lividi e le escoriazioni riportate.

La Cisl Fns, “tenuto conto che il detenuto non sarebbe nuovo ad azioni violente” nei confronti del personale di polizia penitenziaria, auspica che “l’Amministrazione, all’atto dell’assegnazione di questi soggetti affetti da patologie psichiatriche, tenga conto della necessità di individuare strutture specializzate per un’adeguata gestione”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings