Connect with us
Apertura

L’ultimo saluto alla piccola Patrizia con palloncini, giochi pirotecnici e tante lacrime

L’automobilista che ha investito la piccola: “Vorrei abbracciare i genitori. Voglio far sapere loro che il loro dolore è anche il mio"

Pubblicato 3 settimane fa

Palloncini bianchi, la scritta Patrizia, musica e tante persone in lacrime ai funerali della piccola Patrizia Rio, 4 anni, investita ieri da un’auto guidata da una donna.

La cerimonia è stata officiata dall’arciprete don Antonio Todaro nella chiesa madre di San Nicola di Bari. La piazza gremita ha accolto la piccola bara bianca.

 La bimba è stata salutata per l’ultima volta con palloncini e colombe bianche verso il cielo e con dei palloncini rosa che riportavano il nome della piccola.

Al termine della messa, dopo un lungo applauso, fuochi d’artificio e canzone neomelodica, il feretro è stato portato al cimitero di Termini, dove la piccola è stata seppellita al fianco della nonna, che portava il suo stesso nome.

Durante l’omelia il sacerdote ha avuto parole di conforto per i genitori colpiti da questa tragedia.

Il sindaco di Termini Imerese, Maria Terranova, ha proclamato per oggi il lutto cittadino.

“Darei la mia vita pur di far ritornare la piccola Patrizia. Non riesco a darmi pace per quanto accaduto, è stata una tragica e inevitabile fatalità. Sono distrutta e vorrei abbracciare i genitori della bambina, non so se avrò modo di incontrarli ma voglio far sapere loro che il loro dolore è anche il mio”.

Queste le parole della donna che si trovava alla guida del veicolo che ieri ha investito a Termini Imerese la piccola Patrizia.

La donna, come hanno accertato gli agenti della Polizia municipale, si è subito fermata dopo l’impatto, è scesa dall’auto e disperata ha dato ai genitori della bambina la sua autovettura per trasportarla subito al pronto soccorso. Si è recata nell’immediatezza in ospedale ma le forze dell’ordine presenti hanno ritenuto opportuno condurla in caserma per evitare incomprensioni con i familiari della bimba.

La donna è stata sottoposta al Giglio di Cefalù agli esami tossicologici che hanno dato esito negativo. Si trova adesso indagata per il reato di omicidio stradale. Il Pm di turno di Termini Imerese non ha ritenuto sussistente alcuna esigenza cautelare.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18:52
18:38 - Mafia, indagata l’ex amante di Matteo Messina Denaro +++17:41 - Operatori Asacom di Palma di Montechiaro senza stipendio, il Pd: “si trovi una soluzione” +++17:24 - Incidente sul lavoro, cade dal tetto di un edificio e muore +++17:21 - Trasportava 230kg marijuana ma non lo sapeva, assolto autista  +++17:17 - Unikore, Salerno confermato presidente: Tomasello nuovo rettore +++17:10 - Auto, alla scuderia RO racing arriva Alessandro Gabrielli +++16:46 - Agrigento, svolgeva attività privata: medico dovrà risarcire Asp con 75 mila euro  +++16:43 - Mafia e Stidda nell’agrigentino, confermate misure cautelari per 5 indagati   +++15:14 - Avvelenò il marito, confermata la condanna a 30 anni +++15:08 - “Polis” di Poste italiane, all’evento 27 primi cittadini dalla provincia di Agrigento +++
18:38 - Mafia, indagata l’ex amante di Matteo Messina Denaro +++17:41 - Operatori Asacom di Palma di Montechiaro senza stipendio, il Pd: “si trovi una soluzione” +++17:24 - Incidente sul lavoro, cade dal tetto di un edificio e muore +++17:21 - Trasportava 230kg marijuana ma non lo sapeva, assolto autista  +++17:17 - Unikore, Salerno confermato presidente: Tomasello nuovo rettore +++17:10 - Auto, alla scuderia RO racing arriva Alessandro Gabrielli +++16:46 - Agrigento, svolgeva attività privata: medico dovrà risarcire Asp con 75 mila euro  +++16:43 - Mafia e Stidda nell’agrigentino, confermate misure cautelari per 5 indagati   +++15:14 - Avvelenò il marito, confermata la condanna a 30 anni +++15:08 - “Polis” di Poste italiane, all’evento 27 primi cittadini dalla provincia di Agrigento +++