Apertura

Tragedia nel Siracusano, bimbo di 10 anni cade in un pozzo e muore

Insieme al bambino è caduta anche una donna che però non ha riportato gravi ferite ed è stata estratta viva dai Vigili del fuoco

Pubblicato 3 settimane fa

Una donna e un bambino, Vincenzo L. di 10 anni sono caduti in fondo a un pozzo artesiano di circa 7 metri in una zona di campagna di Palazzolo Acreide, nel Siracusano. La donna è stata recuperata da una squadra del Nucleo speleo alpino fluviale e affidata alle cure del 118, il bambino è morto. Sarebbe una operatrice della cooperativa Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale (Annfpas) la donna soccorsa dopo essere caduta in un pozzo artesiano nel Siracusano.

La 54enne, che è un’educatrice, si sarebbe calata per recuperare un bambino di 10 anni che partecipava a un campo estivo organizzato dalla coop per piccoli disabili. La 54enne non sarebbe riuscita ad afferrare il piccolo che sarebbe affogato: il pozzo, profondo 15 metri, era per la metà pieno di acqua. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta sull’accaduto, ancora a carico di ignoti, ipotizzando il reato di omicidio colposo. I magistrati stanno cercando di ricostruire la dinamica della tragedia e di capire se il pozzo, profondo 15 metri, fosse segnalato.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *