Campobello di Licata

Campobello di Licata, gli tolgono i figli e minaccia di suicidarsi

C’è voluta tutta la bravura dei carabinieri di Naro e Campobello per convincere l’uomo a desistere dal compiere l’insano gesto.

Pubblicato 2 settimane fa

Notte movimentata a Campobello di Licata dove un uomo di 33 anni di nazionalità rumena ha manifestato la volontà di uccidersi mettendosi una corda al collo  dopo averla legata alla ringhiera della propria abitazione posta al 3 piano di una palazzina.

C’è voluta tutta la bravura dei carabinieri della locale stazione e quelli della stazione di Naro per convincere l’uomo a desistere dal compiere l’insano gesto. Una estenuante “trattativa” durata dalle 2 alle 4,30 dell’altra notte, ha permesso ai militari dell’arma di convincere il rumeno a non uccidersi. Sul luogo della vicenda oltre ai militari dell’arma sono anche intervenuti i Vigili del fuoco e personale del 118.

L’uomo voleva farla finita perché gli hanno tolto i suoi 4 figli ed affidati ad una comunità.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *